SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera del sindaco Alessandro Fagioli sulla querelle scatenata dalla decisione di realizzare il mercato cittadino.

Cari concittadini,
prendo atto a mezzo stampa delle perplessità legate allo svolgimento del mercato di domani mercoledì 11 marzo 2020. Tengo a precisare quanto segue: il Decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri del 9 marzo, estende il precedente DPCM dell’8 marzo a tutto il territorio statale. Sul sito della Presidenza del Consiglio dei ministri vi sono le spiegazioni (FAQ) circa il Decreto stesso già riportato sul sito Facebook del Comune.

Qui di seguito trascrivo le parti più pregnanti: Cosa si intende per “evitare ogni spostamento delle persone fisiche”? Ci sono dei divieti? Si può uscire per andare al lavoro? Chi è sottoposto alla misura della quarantena, si può spostare?
Si deve evitare di uscire di casa. Si può uscire per andare al lavoro o per ragioni di salute o per altre necessità, quali, per esempio, l’acquisto di beni essenziali. Si deve comunque essere in grado di provarlo, anche mediante autodichiarazione che potrà essere resa su moduli prestampati già in dotazione alle forze di polizia statali e locali. La veridicità delle autodichiarazioni sarà oggetto di controlli successivi e la non veridicità costituisce reato. È comunque consigliato lavorare a distanza, ove possibile, o prendere ferie o congedi. Senza una valida ragione, è richiesto e necessario restare a casa, per il bene di tutti.
È previsto anche il “divieto assoluto” di uscire da casa per chi è sottoposto a quarantena o risulti positivo al virus.
Se abito in un comune e lavoro in un altro, posso fare “avanti e indietro”? Sì, è uno spostamento giustificato per esigenze lavorative.
È possibile uscire per andare ad acquistare generi alimentari? I generi alimentari saranno sempre disponibili? Sì, si potrà sempre uscire per acquistare generi alimentari e non c’è alcuna necessità di accaparrarseli ora perché saranno sempre disponibili.
Si può uscire per acquistare beni diversi da quelli alimentari? Si, ma solo in caso di stretta necessità (acquisto di beni necessari, come ad esempio le lampadine che si sono fulminate in casa).
È quindi chiaro che si può uscire di casa solo per motivi di stretta necessità.
Lo stesso DPCM non vieta i mercati ma tende a vietare ogni possibile assembramento.

Il blocco del mercato del 26 febbraio è stato opportuno in quanto il precedente Decreto non vietava lo spostamento dei cittadini né tra un Comune e l’altro né all’interno del Comune stesso. Non vi era nemmeno incluso il criterio legato alla distanza minima di 1 metro da osservare tra le persone. Si sarebbe rischiato di avere la presenza di migliaia di persone in un momento particolare nel quale non era ancora chiara la percezione dei rischi del contagio.

Anche la scorsa settimana il mercato è stato svolto sotto la attenta sorveglianza della Polizia Locale e non si sono ravvisati assembramenti pur non essendoci ancora le restrizioni emanate l’8 di marzo. Per il mercato di domani si è ritenuto quindi di permettere alla cittadinanza di potervisi recare rispettando le limitazioni sopra indicate.

Inoltre, apprendo dalla stampa che oggi Regione Lombardia ha chiesto al Governo dello Stato di adottare misure più stringenti sugli esercizi commerciali, ma che ancora deve essere data una risposta in merito. In questo periodo di emergenza sanitaria, ci muoviamo con estrema cautela nel soppesare le criticità, ottemperando alle normative che vengono di volta in volta emanate. Cari concittadini confido nel vostro senso civico. Un abbraccio di cuore a tutti voi in questo momento difficile.

(foto archivio)

10032020

33 Commenti

  1. Mi chiedo.. Ma gli altri partiti che dicono di sostenerlo alle prossime elezioni cosa diavolo aspettano a mollarlo?
    Ma quante Caz…. Ate deve ancora combinare questo individuo che è lì per sbaglio?
    È vero che l’anno è bisesto, ma direi che ne abbiamo già avute a sufficienza….. La sua conferma anche no!

    • Ma se uno di quelli che lo criticava di più, il cineasta, adesso è suo alleato … anzi a suo dire ultimamente le cose sono migliorate

    • A Milano il mercato lo hanno fatto ,a Caronno P. anche ,a Uboldo anche ,li tutto ok? Eppure non c’è la lega,la spesa lei dove la fa? all’Esselunga con la mascherina che non serve a niente?

      • Signor Anonimo, di ciò che si fa negli altri comuni ne risponderanno i sindaci degli altri comuni.
        All’esselunga e nei supermercati è possibile monitorare, distribuire e ridurre se necessario gli ingressi, sanificare gli ambienti e mantenere la corretta distanza prima delle casse. Tutte cose che al mercato rionale non è possibile fare.

      • dunque Fontana chiederebbe misure piu’ stringenti, Bonaccini oggi ha vietato anche i mercati ed altro, il nostro sindaco si appella a qualche “frase cavillo” e se ne lava le mani…. e lei caro Anonimo lo difende pure.
        All’Esselunga ci sono guanti e disinfettanti all’ingresso, se sei un filo furbo vai in orari poco frequentati ed incontri ben poche persone, inoltre ti servi da solo e pui pagare in autonomia. Quindi a zero contatti.
        inadeguatezza totale.

  2. Non ci credo. Ma è vero quello che ha scritto?
    Chi lo consiglia? Oppure è farina del suo sacco? Ho l’impressione che debbano trovare presto un altro candidato all’altezza della funzione da assolvere.

  3. Vive su Marte…e li dobbiamo lasciarlo..insieme a quelli che domani andranno al mercato..irresponsabili..
    stop.

  4. Sindaco Fagioli …dopo se vi saranno casi in incremento a Saronno aspetteremo con trepidazione le sue considerazioni…
    Se la gente che cervello domani nn vada al mercato e lo lasci deserto. Facciamo noi la differenza!!

  5. Sei totalmente inadeguato e irresponsabile. Fai un unico ed ultimo gesto di responsabilità, dimettiti.

  6. Sindaco Fagioli …dopo se vi saranno casi in incremento a Saronno aspetteremo con trepidazione le sue considerazioni…
    Se la gente ha cervello domani nn vada al mercato e lo lasci deserto. Facciamo noi la differenza!!

    • Fino a 2 giorni fa all esselunga era un delirio. Io ci lavoro. Il resto sono solo chiacchere.

      • l’Esselunga non la convochi esiste, il mercato si poteva tranquillamente evitare. Solo un’occasione in pi di pericolo.

        Il buon senso e la cautela che sono mancati all’Amministrazione ce l’hanno messa gli ambulanti. Presenze -70%

  7. Sono perfettamente d accordo , ci spiega il Signor Sindaco come farà al mercato a non far avvicinare le persone a meno di un metro ? Non mi si risponda con i paragoni con i supermercati , e mi spieghi perché si chiudono i negozi e le bancarelle no ? Perché al mercato non si vendono solo beni alimentari , o ha selezionato le bancarelle ?

  8. Dopo tsnte chiacchiere, un capolavoro la cinckusione: vi abbraccio tutti! Ci abbraccia!!! Pazzesco

  9. Contro le stesse indicazioni del governatore Fontana. Ma di che partito è questo….
    Ma lo candideranno veramente? La lega vuole proprio sparire da Saronno?

    • Martina lei sà leggere? Questo è quanto è scritto nel link da lei riportato : Il DPMC prevede la chiusura nei giorni prefestivi e festivi delle medie e grandi strutture di vendita, nonché degli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati. La chiusura non è disposta, tra l’altro, per i punti di vendita di generi alimentari.

      i mercati, anche rionali sono obbligati alla chiusura, per la vendita di beni alimentari?
      No, non è prevista la chiusura relativamente alla vendita di generi alimentari nei mercati coperti e in quelli all’aperto recintati dove è previsto il controllo dell’accesso.

      Chiedo alla giornalista di pubblicarlo per riportare informazioni corrette, visto che Martina non riporta il testo del decreto. Grazie

    • Questo è il testo della FAQ citata da Martina.
      Non ha senso scrivere bugie, sappiamo leggere.
      ***
      DOMANDA
      Il DPMC prevede la chiusura nei giorni prefestivi e festivi delle medie e grandi strutture di vendita, nonché degli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati. La chiusura non è disposta, tra l’altro, per i punti di vendita di generi alimentari. i mercati, anche rionali sono obbligati alla chiusura, per la vendita di beni alimentari?
      RISPOSTA
      No, non è prevista la chiusura relativamente alla vendita di generi alimentari nei mercati coperti e in quelli all’aperto recintati dove è previsto il controllo dell’accesso.

  10. “””Inoltre, apprendo dalla stampa che oggi Regione Lombardia ha chiesto al Governo dello Stato di adottare misure più stringenti sugli esercizi commerciali, ma che ancora deve essere data una risposta in merito…”””
    Sostanzialmente Lei ci sta dicendo che non agisce, in un momento di crisi, con circospezione per tutelarci, ma tutela solo lei stesso.

    “”””Il blocco del mercato del 26 febbraio è stato opportuno in quanto il precedente Decreto non vietava lo spostamento dei cittadini…””””
    Idem come sopra, con l’aggravante che 2 settimane fa i contagi e il potenziale reale pericolo, erano infinitamente minori.

    Il sindaco di se stesso.

  11. FAGIOLI ascolti e faccia quello che ASCOM metterà in campo cioè chiusure di alcune attività commerciale nella città di Saronno ,questo vuol dire buonsenso per arginare il contagio, a già ma lei è sordo all’ascolto dei sui concittadini

  12. Ma aldilà di quello che dice sto signore, basta avere il buon senso di non andarci a sto axxo di mercato per un paio di settimane e stop.
    Non è che qualcuno ce lo deve ordinare se andare o no.

    • Caro anonimo l’esempio deve partire da chi ha responsabilità e il sindaco deve garantire la salute pubblica dei suoi cittadini sancito dalla nostra costituzione

  13. Ognuno può avere l’opinione che vuole
    Piaccia o no ci sono autorità deputate a scegliere
    Gli strumenti per trasmettere la propria opinione ci sono.
    Ma ci vogliono le palle e mettere nome e cognome!!
    Altrimenti puoi avere anche ragione ma rimani un codardo da tastiera!!
    E questo vale anche per i nickname…

  14. …..ormai è chiaro il signor Fagioli ha deciso di mettere all’asta la carica di sindaco.
    Chi nella sua coalizione si dimostrerà più capace, di vincere l’asta, sarà il nuovo candidato sindaco.

    Paolo Enrico Colombo

  15. Lo sforzo di comprendere la logica con cui il Sindaco ha deciso di autorizzare il mercato è semplice nella sua sostanziale interpretazione: dimostrare di non essere allineato con le regole delle altre Istituzioni (specie se sono politicamente di altro schieramento) e con puntiglio “fagioloso” procedere controcorrente per essere vituperato da tutti ma intanto gli aggrada occupare il centro dell’attenzione pubblica, fregandosene della salute dei cittadini di Saronno.

  16. Ma a chi importano destra o sinistra in questa situazione? Non si sta criticando la parte politica, ma la decisione individuale!

Comments are closed.