MILANO – Era atteso un brutto numero ed è arrivato, l’aveva già anticipato il governatore Attilio Fontana a metà giornata: in Lombardia i contagiati dal coronavirus sono passati dai 5791 di ieri ai 7290 di oggi, +1489. Il dato ufficiale è stata fornito poco fa dall’assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera, durante l’abituale conferenza stampa del tardo pomeriggio, da Palazzo Lombardia di Milano.

Dunque:

– i casi positivi sono 7280, ieri erano 5791. L’incremento significativo di oggi è dovuto al fatto che una parte dei tamponi ieri non era ancora stata processata. L’altro ieri erano 5469, il giorno prima 4189 e poi 3420/2612.

– i deceduti 617, ieri 468/333/267/154.

– in isolamento domiciliare 1.351/1.248/756/722.

– in terapia intensiva 560/466/440/399/359. Ad oggi 610 posti per pazienti Covid. In alcuni presìdi ci sono situazioni di grande difficoltà. Il 38 per cento dei pazienti ha tra 64 e 75 anni, il 20 per cento ha più di 75 anni, il 32 per cento ha trai 50 e i 64 anni, il 9 per cento ha tra i 25 e i 49 anni e l’1 per cento tra i 18 e i 24 anni.

– i ricoverati non in terapia intensiva sono 3852/3319/2802/2217/1661. Ogni giorno sono quindi circa 500 le persone in più.

“Per fortuna – ha sottolineato Gallera – non è un dato esponenziale, anche se è troppo presto per dire se è un segno da prendere in considerazione”.

– i tamponi effettuati 25629/21479/20135/18534/15778.

11032020

Comments are closed.