MILANO – Cattive notizie in arrivo, sui dati dei contagi da coronavirus in Lombardia: l’ufficialità arriverà nel tardo pomeriggio durante l’abituale conferenza stampa quotidiana da Palazzo Lombardia di Milano, sede della Regione. Ma li ha anticipati a metà giornata in una intervista televisiva a Sky Tg24 il governatore lombardo, Attilio Fontana che ha parlato di un +1300 (a mezzogiorno) rispetto a ieri, quando si era registrato uno dei dati più bassi (poco più di trecento) dall’inizio della fase emergenziale dell’epidemia.

Oggi sarà invece un nuovo, bruttissimo “record” giornaliero? “Difficile dirlo perchè i dati non ci giungono in modo omogeneo, ma sicuramente il trend resta estremamente elevato” ha risposto Fontana alla giornalista che lo stava intervistando. A ieri in provincia di Varese si registravano in tutto 50 casi di contagio, di oggi la notizia della morte a Busto Arsizio del presidente dell’Ordine dei medici del varesotto, Roberto Stella. Fontana ha chiesto al Governo di “chiudere tutto”, negozi non alimentari, bar, ristoranti e di fermare il trasporto pubblico.

(foto: il governatore della Lombardia, Attilio Fontana)

11032020

2 Commenti

  1. l’elenco che fa è di fatto chiuso da tempo, senza bisogno di fare i fenomeni, quello che non deve fermare sono le aziende, che sono frequentate dalle stesse persone, che poi vanno a casa, e hanno oramai implementato le procedure di sicurezza interne, se ce la fa a pensarlo evitiamo di scomparire

  2. Il numero delle rilevazioni dipende dalle tempistiche del test ed inolto info. Ieri il conteggio era basso, oggi risente dei test di ieri non finiti e censiti in tempo.
    Cosi spiegava oggi un esperto.
    In questi giorni sarebbe meglio che parlino solo loro.

Comments are closed.