MILANO – “Ci risulta, da alcune segnalazioni provenienti dall’intero territorio regionale che, all’interno di alcuni esercizi, in particolare tabaccherie, le attività inerenti il gioco d’azzardo, tipo slot machines, continuino in maniera regolare. Si tratta, oltre al pericolo inerente gli assembramenti nei locali chiusi, di una palese violazione del decreto del Governo, perché nel documento si vieta l’uso di slot machines e di apparecchi Vlt all’interno di tabaccherie e simili”. Lo dice l’assessore alla Politiche sociali, abitative e Disabilità della Regione Lombardia, Stefano Bolognini.

“A questo proposito Regione Lombardia e il presidente Fontana fanno appello al senso civico dei cittadini e invitiamo tutti a segnalare tempestivamente situazioni come queste, compresa la vendita di “gratta e vinci”, alle forze dell’ordine o alle polizie locali”. “Il rispetto delle regole da parte di tutti è fondamentale – conclude l’assessore – e, proprio per questo, abbiamo già sollecitato e informato anche la Prefettura di Milano che, ove fosse riscontrata una violazione, sanzionerà l’attività o l’esercizio fino a valutarne la chiusura”.

18032020

2 Commenti

  1. ora sarebbe vietata la vendita di gratta e vinci?!?!?! E dove starebbe scritto nel decreto?!??! Se lasci aperte edicole e tabaccherie hanno tutto il diritto di vendere la merce a loro disposizione altrimenti tanto vale farle chiudere!!!

  2. ci vuole anche un po’ di buon senso da parte dei cittadini il gratta e vinci non e indispensabile. per vivere!

Comments are closed.