Home Città Coronavirus, 200mila euro da Bcc per ospedali e soccorritori del territorio

Coronavirus, 200mila euro da Bcc per ospedali e soccorritori del territorio

1433
2

SARONNO – La Banca di Credito Cooperativo di Barlassina ha deliberato uno stanziamento di 200mila euro a favore di quattro ospedali e di quattro sezioni di Croce Rossa e Croce Bianca in prima linea sul territorio per cercare di contenere l’emergenza. Questo si aggiunge all’adesione agli accordi nazionali per il sostegno finanziario di imprese e famiglie in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria.

Si legge nel comunicato diffuso dalla Bcc: «I 200mila euro contribuiscono allo sforzo comune e danno un senso concreto ad alcune rinunce (revoca iniziative, riduzione spazio e tempo per la consulenza e l’attività ordinaria) chieste di recente a soci e clienti. La nostra cooperativa di credito partecipa al grande sforzo di un intero popolo: anzitutto di chi lavora, soffre, si impegna oltre ogni limite nelle corsie degli ospedali, delle associazioni di assistenza e volontariato della propria terra di appartenenza.

Si tratta di interventi a favore di quattro ospedali in prima linea (San Gerardo/Monza, Desio, Saronno, San Raffaele/Milano) e di quattro sezioni di pronto intervento sul territorio (Croce Bianca di Seveso e di Cesano Maderno, Croce Rossa di Lentate sul Seveso e Misinto Alte Groane). Non sono escluse in futuro, in relazione all’evolversi della situazione e alle risorse disponibili, ulteriori iniziative. I singoli interventi deliberati sono differenziati per importo e natura in relazione all’attività primaria dei beneficiari: si tratta di concorrere all’allestimento di postazioni di terapia intensiva, all’acquisto di elettrocardiografi e speciali monitor per alcuni reparti Covid, all’acquisto e alla sostituzione di materiali vari per la sanificazione dei mezzi e per la protezione del Personale volontario e professionale delle suddette sezioni di Croce Rossa e Croce Bianca.

Dall’intervento complessivo non è esclusa l’attività primaria, il credito, con l’adesione della banca a quanto previsto dall’accordo ABI 2019/2020 e dal successivo Decreto Cura Italia per la moratoria dei rimborsi (già in essere e “in bonis”, cioè fino ad oggi con rientri regolari) dei crediti a privati e aziende (micro, piccole e medie imprese) danneggiati in modo documentato dall’emergenza coronavirus. Alla data del presente comunicato sono in corso gli opportuni approfondimenti tecnici per raccordare gli effetti (scadenze, aree di applicazione, interpretazioni tecniche) dei due dispositivi e a brevissimo termine contiamo di poter disporre di linee guida univoche, che nel nostro caso ci derivano dalla capogruppo Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo Italiano. Più in generale e per quanto possibile, la Bcc di Barlassina non farà venire meno anche nel prossimo futuro, anzi, se possibile incrementerà ogni sforzo per contribuire alla battaglia comune e sostenere i sacrifici di soci e clienti».

19032020

2 Commenti

Comments are closed.