CISLAGO – Emergenza coronavirus, il sindaco Gianluigi Cartabia di Cislago ha ordinato la chiusura di tutti i parchi e giardini pubblici del paese, nonchè il divieto ad utilizzare le panchine su tutto il territorio comunale ed il divieto assoluto di passeggio anche con animali da compagnia per le loro esigenze fisiologiche, e le attività sportive in luogo pubblico. Insomma, tutto ciò che non rirntra strettamente negli spostamenti per ragioni di lavoro, di salute e per le necessità prescritte dal decreto ministeriale contro la diffusione del coronavirus.

Come precisa Cartabia nella sua ordinanza, “sono consentite tali attività solo entro il limite di 200 metri dalla propria abitazione, residenza o domicilio evitando in ogni caso assembramenti e mantenendo comunque la distanza di almeno un metro tra le persone”. Cislago è il primo Comune della zona ad adottare le nuove misure auspicate in questo ore anche dal governatore della Lombardia, Attilio Fontana.

(foto: il sindaco di Cislago, Gianluigi Cartabia)

20032020

6 Commenti

  1. Bravo!
    Senza aspettare che altri decidono per tutti.
    Il sindaco dove può, DEVE prendere decisioni per il bene della sua comunità a costo di risultare impopolare.

    Purtroppo troppi “colleghi” non hanno le capacità di prendere decisioni autonome. Per inesperienza, paura, titubanza…

  2. Bravo sindaco Cartabia. Saronno a quando la SVEGLIA!
    Circolano troppe auto e persone sul viale Prealpi. Dal balcone vedo persone che bivaccano sulle panchine e che fanno km. col cane.

Comments are closed.