SARONNO – “Molte aziende sarebbero disposte a mettere a disposizione i loro soldi e i loro canali all’estero per far arrivare ai medici le attrezzature di cui hanno estremamente bisogno nelle prossime ore e giorni. Ma ci dicono tutte che i loro acquisti si fermano in dogana e non possono entrare in Italia. Abbiamo materiale medico estremamente necessario in dogana e pronto a essere spedito dove serve”.

E’ l’appello ad intervenire che lancia Tommaso Mascarello tra i fondatori del Mooss il gruppo Medici Odontoiatri Operatori Sanitari e Socio Sanitari contro covid 19 della provincia di Varese.

“Stiamo aiutando i medici di medicina generale e la continuità assistenziale (ex guardia medica) a dotarsi delle attrezzature e delle conoscenze necessarie per aiutare i nostri cittadini ammalati a domicilio con delle unità appositamente formate – riepiloga Mascarello – il compito è difficilissimo: abbiamo pochi giorni se non poche ore e il contesto in cui organizzarle è complesso. Ma non sarà di certo questo a fermarci. Abbiamo bisogno del supporto di donatori, abbiamo necessità di reperire con estrema urgenza attrezzatura medica indispensabile”. Un’attività che viene bloccata alla dogana: “Speriamo che la situazione si sblocchi al più presto in modo da poter dare risposte concrete a chi lavora ogni giorno lottando contro la malattia”.

E’ possibile contattare il gruppo via mail g.mas84@gmail.com, sul mio profilo facebook del fondatore o sul gruppo: https://www.facebook.com/groups/550497765571170/?ref=group_header

(foto archivio)

23032020

1 commento

  1. Se si parla di una dogana si sta parlando di un paese fuori dall’Unione Europea. Le mascherine partite dalla Germania non hanno avuto problemi di dogana perché nella nostra Unione Europea (che Dio la conservi, alla faccia di corvi anti-UE e altri uccelli del malaugurio) le dogane fra paese membri non esistono più da almeno 20 anni.
    Quindi ciò di cui si parla qui arriva da fuori dall’Unione, da uno di quei paesi tanto amati dai sovranisti anti europei. C’è un certo Trump, uno che dice “prima l’America e agli altri cavoli loro” che ha cercato di acquistare da un’azienda tedesca (UE) un futuro brevetto di vaccino EUROPEO per poterlo riservare ESCLUSIVAMENTE agli americani. Ma Merkel sta cercando di bloccare il tentativo. Meditate gente, meditate. La realtà è diversa da come gli arruffapopolo sovranisti ce la dipingono.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.