SARONNO – “Fantasma” anche la stazione di “Saronno centro”, nella città deserta dell’emergenza coronavirus. Questa mattina siamo andati allo scalo ferroviario di piazza Cadorna e dintorni per verificare la situazione, in uno dei luoghi solitamente più affollati di Saronno, punto nevralgico della circolazione ferroviaria. E non abbiamo trovato quasi nessuno. Treni in servizio, banchine coi pochissimi che comunque devono continuare a spostarsi per motivi di lavoro.

Tutto chiuso, in pratica, davanti allo scalo con i negozi con le saracinesche abbassate e parcheggi, compresi quelli delle biciclette che solitamente sono strapieni, completamente vuoti. Stesso discorso per l’adiacente sagrato della chiesa di San Francesco, monumento nazionale di Saronno e dove solitamente i passanti non mancano mai. L’aspetto positivo: i saronnesi stanno rispettando la disposizione di restare a casa per frenare la diffusione del coronavirus.
Roberto Zani

(foto: alcune immagini odierne della stazione ferroviaria di “Saronno centro” e della vicina piazza San Francesco questa mattina a Saronno)

23032020

Comments are closed.