Home Coronavirus Coronavirus, Indelicato: “Ci vorrebbe, per questo popolo di santi e dannati, una...

Coronavirus, Indelicato: “Ci vorrebbe, per questo popolo di santi e dannati, una guida illuminata”

501
21

SARONNO – “Stiamo vivendo un dramma, certo, ma è una caratteristica umana quella di cercare di ricavare informazioni, insegnamenti e conferme anche dalle situazioni più difficili, forse soprattutto da queste”

Inizia così l’intervento del consigliere comunale Alfonso Indelicato in merito all’emergenza Coronavirus in corso in Italia.

“Quando si diceva che il governo Monti aveva depauperato il sistema-Italia così come i bilanci familiari degli italiani, non si faceva della polemica a buon mercato. L’enorme difficoltà del SSN nel far fronte all’ odierna epidemia trae origine per l’appunto dalle lacrime e sangue volute da quel governo genuflesso all’Europa, la cui politica economica è stata via via confermata dai successivi. Il risparmio all’osso non poteva colpire che i comparti con le maggiori dotazioni, e quindi prima di tutto la Sanità. Questo sistema è ora in enorme affanno: mancano letti (27.000 in meno dai tempi precedenti alla “cura” Monti) e mancano gli strumenti: dalle apparecchiature per la ventilazione polmonare alle mascherine e ai guanti, passando per i celebri e introvabili tamponi. I reparti ospedalieri hanno subito una ristrutturazione tale che la maggior parte dei servizi sono sospesi o assai difficilmente fruibili, come ben sa l’incauto che in questi giorni si rivolge all’ospedale per prenotare una radiografia o una visita specialistica. Da tutto questo, unitamente ad altri e ben più recenti errori di cui tacere è bello, la palese, drammatica insufficienza delle misure di contrasto e di gestione: non è umano morire in un letto d’ospedale senza un volto familiare vicino, non è umano essere sepolti più o meno come si seppellisce un cane.

Povertà di strumenti dunque, ma anche di previdente organizzazione: questa pure è una caratteristica della stirpe. Semplicemente, nessuno aveva creduto che potesse scoppiare un’epidemia come questa. Forse si pensava fosse un accidente di altri tempi: un evento libresco come la peste del Boccaccio o quella del Manzoni o del Defoe, o tutt’al più come la Spagnola degli anni ’20 del secolo scorso …

Pensare che avevamo un gioiello, ed era la Protezione Civile organizzata attorno a quell’uomo che anche oggi è voluto scendere in trincea, sospintovi solo dalla sua coscienza. Dissero che costava troppo, ma la distrussero per motivi politici e invidia personale, l’eterna invidia degli uomini da poco. Oggi sarebbe stata un bazooka formidabile, mentre quella che ci rimane, al di là della buona volontà dei singoli, è appena un dignitoso strumento.

Ma aver richiamato la figura di Bertolaso serve a ricordare quello che è da sempre la nostra carta vincente: l’elemento umano. Mi riferisco, naturalmente, all’abnegazione che non è retorico definire eroica di medici e infermieri, mandati al fronte dei reparti spesso senza protezioni, cui neppure spettavano quei tamponi che invece a noti e ridanciani politici erano stati concessi al primo starnuto. Medici e infermieri che hanno sacrificato la vita, accanto ai quali è giusto ricordare anche i tanti sacerdoti che hanno fatto la stessa fine, chiamati dalla loro fede a dare sollievo alle anime tanto quanto il personale sanitario lo dava ai corpi.

Non tutti eroi, certo. Ci sono anche i sanitari che marcano visita in gruppo, i pescecani che vendono mascherine e disinfettanti a prezzi stellari: sono gli equivalenti degli imboscati, dei borsari neri e delle quinte colonne del tempo di guerra. E anche questo ci appartiene: una percentuale di italiani – che non è possibile quantificare ed è anche inutile farlo – riottosi a qualunque disciplina, a qualunque spirito di sacrificio, a qualunque senso del dovere: individualisti non nel senso che pensano con la propria testa, ma che hanno in testa solo il guicciardiniano particulare, o, per togliergli ogni traccia di nobiltà, l’interesse proprio e al massimo del clan cui appartengono. Ci vorrebbe, per questo popolo di santi e dannati, una guida illuminata. E non un uomo da fan site.

26032020

21 Commenti

  1. #sondaggi#
    Governo interventi, credibilita’ per affrontare il problema coronavirus. Il 76% lo giudica tra molto buono e abbastanza buono.
    Tra 7 paesi confrontati il governo Italiano e’ quello con il gradimento piu` alto.

  2. ma nemmeno in questi momenti drammatici ci risparmia i suoi pistoletti pieni di rancore politico. stia in casa e rifletta sulle sue stupidaggini e ci lasci liberi dai suoi pensieri.

  3. Indelicato

    Grazie stiamo bene così:

    Rilevazioni negli ultimi 5 giorni:

    “”Sondaggi, fiducia record per Conte e per il governo. Per 3 su 4 il loro operato è positivo.””
    “” Ixè fissa a una larga maggioranza del 73 per cento la quota di chi considera positivo l’operato dell’esecutivo fino a questo momento””
    “” 9 su 10 sono favorevoli alle nuove restrizioni…””

  4. L’animo politico inquadrato in una ideologia legata ad un passato nostalgico molto lontano che non tornerà più ma che oggi viene mimetizzato da gocce culturali ambiguamente utilizzate a proprio uso e consumo, ha solo il fine di creare nella Comunità confusione in crescita esponenziale provocando ansie e preoccupazioni vissute già in passato a causa delle decisioni univoche di chi ora viene metodicamente rievocato. Agire uniti contro il virus non significa solo obbedire ma principalmente collaborare democraticamente senza rancore.

  5. Ha fatto un esempio ed un caso , trascurando quanto fatto in Lombardia da Lega e Forza Italia per da Craxi in poi …
    Che non servano pagliacci che straparlano a vanvera come Salvini o Meloni dovrebbe essere chiaro a molti che usino almeno un briciolo di cervello.
    Quanto a Bertolaso abbiamo evidenza di quanto abbia fatto a L’Aquila e alla Maddalena, e basta così, grazie

  6. @ ” drammatica insufficienza delle misure di contrasto e di gestione: non è umano morire in un letto d’ospedale senza un volto familiare vicino, non è umano essere sepolti più o meno come si seppellisce un cane”
    da queste poche parole si evince la filosofia di quello che sa tutto e che comodamente alla tastiera saprebbe gestire tutte le cose. Il famoso mago di Oz.
    Le ricordo che è la peggior epidemia da decenni e decenni a questa parte, virus di cui non si ha vaccino e solo farmaci di non eccellente efficacia. Nonostante questo Oms si è congratulata con l’Italia ed ha invitato altri paesi ( che veramente dormivano ) ad attivarsi e seguire il nostro esempio. Tipo il mitico Boris che pensava di gestirla con “morite e non lamentatevi”, poi gli hanno spiegato che si parlava di 300.000 morti nei primi mesi, e che magari lo avrebbero linciato.
    Non voglio portare sfortuna a nessuno, ma vedrà tra 2 o 3 settimane in altri paesi che succederà. Spagna, Usa, la stessa Uk ecc.

    Ultimo saluto in ospedale, si certo provi a proporlo ad un medico in una zona “calda” in un ospedale in stato di emergenza totale, e vedrà cosa le risponderà… si prepari al turpiloquio.
    Idem per i funerali, ma immagino che il significato di crisi emergenziale non le sia particolarmente famigliare. Ne che ha nulla a che vedere con quello a cui siamo abituati.

  7. Sig. Indelicato provi a proporre i sui suggerimenti a Trump. E li il problema e` appena iniziato.

    “Coronavirus, con 81.488 casi gli Stati Uniti sono il Paese più colpito al mondo: a New York settemila contagiati in 24 ore”

    “USA: sistema sanitario travolto dal coronavirus”

    “Coronavirus in Usa: senza sanità pubblica, il numero di contagi e vittime potrebbe essere impressionante”

  8. >Quando si diceva che il governo Monti aveva depauperato il sistema-Italia così come i bilanci familiari degli italiani, non si faceva della polemica a buon mercato<

    chi ha governato e distrutto il welfare medico a favore del la sanità privata a pagamento lo sappiamo, c'è una valanga di processi in Lombardia, i nomi sono noti i partiti anche.
    Lei confida sulla memoria corta degli Italiani tutto qui.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.