SARONNO / CARONNO PERTUSELLA – Softball, quando si potrà partire con la stagione? Ai nastri di avvio della serie A (che sarebbe dovuta iniziare proprio in questi giorni) ci sono anche Inox team Saronno e Rheavendors Caronno Pertusella, ma tutto lo sport italiano è “congelato” per l’emergenza coronavirus.

Dopo la riunione di ieri de consiglio federale a Roma, detto del rinvio al 2021 delle Olimpiadi di Tokyo, in una nota il presidente della Fibs, Federazione baseball e softball, spiega cosa potrebbe attendere tesserati e tifosi: “Per favorire le società nell’affrontare la situazione abbiamo preso tre decisioni fondamentali – annuncia Andrea Marcon (foto) – la prima è che in nessun campionato ci sarà retrocessione, quindi neanche in A1 softball. Così facendo ogni club potrà organizzare la propria stagione senza patemi e permettendo così, magari, di risparmiare qualcosa nell’ingaggio dei giocatori stranieri. La seconda decisione riguarda veramente tutti: dalle A1 alle giovanili di ogni grado. Nel 2020 non verranno applicate le tasse gara, non saranno richieste fidejussioni e provvederemo a restituire quelle già consegnate. In terzo luogo, abbiamo sospeso tutte le obbligatorietà, individueremo invece soluzioni premianti per le società che si distingueranno nell’attività giovanile”.

E i campionati, ci saranno? Quando partiranno? “Dobbiamo tutti assieme cercare, in ogni maniera, di disputare i campionati. Ad ogni costo e con ogni formula possibile. Non possiamo permetterci di non giocare nel 2020, sarebbe una eventualità drammatica per tutti noi” dice Marcon. Annullato invece il Torneo giovanile delle regioni, ” e, conseguentemente, la partecipazione delle nostre selezioni alle fasi europee e mondiali della Little League. Troppe sono le variabili negative che potevano caratterizzare questa competizione e crediamo che sia un gesto responsabile quello di rinviare l’edizione lombarda della manifestazione al 2021 con conseguente slittamento al 2022 dell’assegnazione alla Toscana. La stessa Little òeague International ha comprensibilmente sospeso ogni programmazione”.

Infine il programma internazionale: “Al momento la Wbsc ha confermato le competizioni mondiali, in particolare le Coppe del mondo U15 baseball e U18 softball che ci riguardano direttamente, ma ovviamente si tiene sotto controllo l’andamento della pandemia. Per quanto riguarda l’Europa, è in partenza una lettera nella quale il Consiglio federale Fibs propone di non disputare nessuna manifestazione nel 2020. Questo credo sia un aiuto tangibile a cui confidiamo di far seguire in futuro altri provvedimenti in favore delle società, tenendo sempre in buon conto la situazione finanziaria della Fibs. Desidero rivolgermi direttamente alle società: nel novembre 2016 siamo stati chiamati a riordinare l’aspetto finanziario e, insieme a tutte le componenti del movimento, abbiamo fatto un lavoro che non possiamo permetterci di buttare via adesso. Però la Federazione siete voi e quindi è per noi un obbligo morale assoluto fare quanto possibile per sostenervi in questo momento così difficile. Mi auguro che questo vi sollevi un poco”.

26032020

1 commento

Comments are closed.