COMASCO – Singolare vicenda nel comasco: un volontario era andato a trovare la fidanzata con divisa ed auto di “ordinanza”, un veicolo simile ad una ambulanza in uso per il trasporto dei dializzati. Secondo i carabinieri, approfittando del suo ruolo e di quel mezzo, certo di non essere fermato e dunque di non incorrere nelle sanzioni previste dal decreto anti-coronavirus per chi lascia la propria abitazione senza un valido motivo.

Il fatto è accaduto il 22 marzo fra Milano (dove è residente l’uomo, di 41 anni, e Cuggiago nel comasco, dove abita la sua amica, di 33 anni): notando fermo il mezzo sanitario sotto casa della ragazza, per l’intera mattinata, alcuni vicini si sono allarmati ed hanno contattato i carabinieri: a seguire le verifiche e la denuncia per “per inosservanza di un ordine legalmente dato per impedire l’invasione o la diffusione di una malattia infettiva dell’uomo”. Denunciata anche la ragazza, per lo stesso motivo: nel momento dell’arrivo della pattuglia della Compagnia di Cantù era proprio sul veicolo con il fidanzato. A carico dell’uomo – completati tutti gli accertamenti – è stato adesso anche contestato il reato di peculato.

26032020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.