SARONNO – Ieri sera il capo della Protezione civile Angelo Borrelli, ha firmato l’ordinanza che stanzia i 400 milioni ai Comuni da utilizzare come buoni spesa per far fronte all’emergenza Coronavirus e aiutare chi è in difficoltà economica. Definita la ripartizione dei fondi: l’80% del totale, 320 milioni, viene ripartito tra le amministrazioni in base alla popolazione, mentre il 20%, 80 milioni, viene distribuito in base alla differenza tra il reddito pro capite e il reddito medio nazionale.

Ma quanti soldi spettano ai comune del Saronnese?
A Saronno che ha una popolazione di 39.415 abitanti spettano 208.961,15 euro, a Caronno Pertusella (17.938 abitanti) 95.099.46 euro, a Gerenzano (10.908 abitanti) 57.829.46 euro, a Uboldo (10.656 abitanti) 56.493.47, a Cislago (10.412 abitanti) 55.199 euro ed a Origgio (7.880 abitanti) 41.776,32 euro.

COME SARANNO UTILIZZATI
I Comuni possono distribuire i fondi stanziati dal governo per l’acquisto di buoni spesa – prevede l’ordinanza – utilizzabili per l’acquisto di generi alimentari o per comprare e distribuire direttamente prodotti di prima necessità. Nel testo non viene specificato l’importo dei buoni spesa.

CHI SARANNO I BENEFICIARI
L’ufficio dei servizi sociali di ciascun Comune individuerà la platea dei beneficiari: sarà data priorità a chi non è già destinatario di altro sostegno pubblico (come il reddito di cittadinanza). Mentre per l’acquisto e la distribuzione dei beni ci si può avvalere di enti del terzo settore.

(foto archivio: code degli ultimi giorni ai supermercati)

30032020

4 Commenti

  1. È opportuno indicare che di tutti gli abitanti di Saronno il contributo sarà dato solo agli indigenti quindi i quasi 210k€ saranno da suddividere in poco più di un migliaio di residenti

  2. E consideriamo che arriva in anticipo la parte del fondo di solidarieta` destinata ai comuni, altri 4.3 miliardi.

  3. Fagioli Sindaco scrive sul suo profilo: Questa mattina il centralino del comune era rovente per le telefonate di cittadini che chiamavano pretendendo “i soldi dati ai comuni dal governo come ha detto Conte alla televisione”.
    Mi dispiace ma non è proprio così come è stato inteso.

    Non verranno elargiti soldi ai cittadini.
    Si sta predisponendo l’acquisto di beni essenziali per persone in vera difficoltà.
    La giunta e gli uffici stanno lavorando per predisporre le modalità di intervento

  4. Ho capito, arriva un mese prima del dovuto, ma se la spendono per l’emergenza, poi, i servizi che deve gestire normalmente il comune , come li paga

Comments are closed.