SOLARO – Una donazione di 3 mila euro per l’ospedale di Garbagnate in prima linea per l’emergenza coronavirus è stata fatta dal gruppo che organizza la fiaccolata all’oratorio.

Da quattro anni a questa parte l’Oratorio organizza una fiaccolata che è partita prima da Venezia, poi da Loreto, da Trento e da Ventimiglia, l’iniziativa è stata voluta in primis da don Nicola ex coadiutore della nostra parrocchia e da alcune famiglie solaresi.
pr i ragazzi dell’oratorio dalla prima superiore all’università. E’ un progetto che coinvolge un centinaio di persone.

La fiaccolata di questo anno era prevista dal 30 aprile al 3 maggio con partenza da Torino e doveva toccare Chieri, Colle don Bosco, Vercelli, Novara per poi arrivare a Solaro. Sarebbero state approfondite le figure di San Giuseppe Cottolengo e san Giovanni Bosco.

La preparazione del tragitto è cominciata a gennaio ma prima di essere ultimata si è interrotta per l’emergenza Covid-19. I soldi raccolti per finanziare l’iniziativa, al netto delle spese già sostenute sono stati donati in settimana tramite un bonifico di 3000 euro all’ospedale di Garbagnate, ospedale in prima linea nell’emergenza Covid dove sono ricoverati diversi Solaresi.

Gran parte dei fondi sono stati raccolti grazie all’iniziativa di un gruppo di famiglie di Brollo, ai quali si sono aggiunte altre donazioni singole: “Il nostro obiettivo – spiegano dal gruppo – è quello di ripianificare la fiaccolata al termine dell’emergenza, o comunque l’anno prossimo”.

(foto: un momento della fiaccolata da Ventimiglia del 2019, in particolare il nostro seminarista Lorenzo Magagnotti con un’educatrice dell’oratorio)

05042020

1 commento

Comments are closed.