ROMA – Lockdown, si andrà avanti sino a domenica 3 maggio. “Le misure di contenimento stanno dando frutti, stanno funzionando e stiamo ottenendo importanti riconoscimenti da tutto il mondo. Ma proprio per questo non possiamo vanificare gli sforzi sin qui compiuti, se cedessimo rischieremmo che tutti i risultati positivi vadano persi, dovremmo ripartire da capo e potete immaginare con quale aumento del numero dei decessi e delle vititme. Dobbiamo continuare a tenere alta la soglia di attenzione, anche adesso che siamo ormai prossimi alla Pasqua e dei ponti del 25 aprile e del 1 maggio”. Lo ha detto stasera da Roma nel messaggio alla Nazione, il presidente del consiglio dei ministri, Giuseppe Conte.

Ha proseguito Conte: “Siamo tutti impazienti di ripartire, l’auspicio è che dopo il 3 maggio si possa ripartire con cautela, con qualche gradualità ma ripartire. Dipenderà, questo risultato, dal nostro comportamento. Dobbiamo compiere questo ulteriore sforzo continuando a rispettare le regole in questi giorni di festa, mantenendo le distanze sociali!”

Novità: da 14 aprile possono riaprire cartolibrerie, librerie, negozi per neonati; anche qualhe altra attività produttiva, come il taglio dei boschi per i combustibili solidi e le attività forestali. Sulla Fase 2, “siamo già partiti nella programma, lo stiamo facendo con i nostri scienziati. Non
possiamo aspettare che il virus scompaia del tutto dal nostro territorio. Ma continuiamo a mettere la tutela della salute al primo posto, ponderando tutti gli interessi in campo e la tenuta del tessuto produttivo. L’intenzione è di allentare appena possibile le musire per tutte le attività produttive per ripartire in condizioni di sicurezza ma non siamo ancora in quella condizione. Dobbiamo attendere ancora”.

10042020