SARONNO – Questa non la si era ancora vista, o la si era vista solo episodicamente: il riferimento va al nuovo fenomeno con il quale si stanno confrontando in questi giorni le forze dell’ordine, le false autocertificazione di chi esce non per lavoro, non per fare la spesa e non per una emergenza, ma per andare in cerca di qualche spacciatore dal quale fare rifornimento di droga.

E’ un fenomeno sempre più diffuso, in questi ultimi giorni numerose sono le persone incappate nei controlli di carabinieri o polizie locali della zona, anche in luoghi decisamente “improbabili” e che hanno provato a giustificarsi dicendo di essere usciti per andare a fare la spesa, o per portare a spasso il cane. Peccato si trovassero, a piedi o in auto, lontani da casa e lontani anche dai supermercati, generalmente in aperta campagna o nei boschi fra la peferiferia saronnese e le Groane, dove si appostano gli spacciatori. In questi casi l’epilogo è stato sempre lo stesso: denuncia con sanzione pecuniaria da 400 euro a testa.

(foto: le polizie locali della zona tengono sotto stretta osservazione le “piazze di spaccio” nei boschi)

12042020

1 commento

  1. Oltre alla denuncia e alla multa, sequestro immediato del mezzo con cui si spostano.

Comments are closed.