SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota dell’Amministrazione comunale su rimborso di Tari e Tosap versata, dietro presentazione di istanza alla Saronno Servizi Spa, per quegli operatori che risultino in regola con i versamenti pregressi

L’emergenza sanitaria Covid-19 ha portato all’adozione di misure stringenti volte a prevenire e a limitare la diffusione del contagio tra cui la sospensione, fra le altre attività, anche del mercato settimanale di mercoledì 26 febbraio 2020 con ordinanza sindacale n.51 del 25 febbraio 2020.

La Giunta comunale in data 14 aprile 2020 ha ritenuto opportuno disporre per gli operatori del mercato ambulante, la cui attività è stata sospesa nella data sopra indicata in virtù di tale ordinanza sindacale, il rimborso della TARI e della TOSAP versata, dietro presentazione di istanza alla Saronno Servizi Spa, solo per quegli operatori che risultino in regola con i versamenti pregressi.

“Il blocco del mercato del 26 febbraio è stato un provvedimento prudenziale a tutela della salute dei cittadini – spiega il sindaco Alessandro Fagioli –. È stata una decisione importante e abbiamo ritenuto opportuno prendere la decisione di rimborsare gli operatori di Tosap e Tari delle quali non hanno usufruito. Auspico che l’estensore dei provvedimenti similari, ossia il Governo, possa fare lo stesso per andare incontro alle esigenze degli operatori”.

“Sono certo che il compito di un’amministrazione comunale, in un periodo come questo che stiamo attraversando, è quello di sostenere il più possibile le persone che si trovano in difficoltà e fra questi gli operatori del commercio e in particolare gli ambulanti del mercato cittadino. A tal proposito, la decisione di non far pagare Tosap e Tari agli ambulanti in occasione della chiusura del mercato di mercoledì 26 febbraio in seguito a ordinanza sindacale, va in questa direzione. Il mio auspicio è quello che anche le autorità centrali che hanno disposto la chiusura delle attività possano prendere decisioni analoghe o dare ai comuni la possibilità di farlo direttamente loro. Mi auguro infine che al più presto possa essere riattivato il mercato in modo da restituire alla città un servizio di cui si sente tanto la mancanza” dichiara l’assessore al Commercio Paolo Strano.

(foto archivio)

16042020

1 commento

  1. Cosa buona e giusta sarebbe stato rimborsare immediatamente da parte del comune anche per gli altri mercati non svolti e non aspettare il rimborso dalla regione o dallo stato, rimborso che visto come vanno le cose non arriverà mai, ma i soldi resteranno nella casse comunali.
    Saluti.

Comments are closed.