SARONNO – “Nel pomeriggio dell’altro giorno si è tenuto un incontro storico per la nostra Federazione. Si è svolta infatti una videoconferenza con oltre 130 delegati da tutta Italia per la riorganizzazione del campionato nazionale di serie C”. Lo fanno sapere i responsabili del Baseball Club Saronno.

La grande partecipazione (137 i computer collegati in videoconferenza) è stata motivo di ringraziamento da parte del Presidente Andrea Marcon nei confronti dei diversi referenti della categoria d’accesso.

Dopo l’illustrazione dei provvedimenti comuni a tutte le serie presi dal Consiglio federale per supportare i club in questo difficilissimo 2020, come l’abolizione delle tasse gara e delle fidejussioni, l’agevolazione nei tesseramenti e l’assenza di ammende per chi si vedesse costretto a rinunciare all’ultimo momento alla stagione, il dialogo è passato ai temi specifici di una C completamente ridisegnata, suddivisa in 14 gironi, destinata, come tutti, salvo diverse disposizioni sanitarie, ad avviare la stagione fra metà giugno e metà luglio e che, dopo i playoff, da disputarsi fra settembre e ottobre, stabilirà le 7 promozioni alla B 2021.

L’ipotesi di dare diverse velocità ai gironi, in considerazione delle eventuali differenze nell’uscita dall’emergenza covid-19, è stata scartata, preferendo la contemporaneità, mentre la proposta di valutare partite sulla distanza di 7 inning invece di 9, a tutela di atleti la cui preparazione non potrà comunque essere la stessa degli altri anni, è stata demandata alla discussione all’interno delle diverse Zone, che dovranno essere comunque internamente uniformi nel format di gioco. Sanzioni escluse anche per le sociatà che dovessero abbandonare il campionato a causa di inaccessibilità all’impianto disposte dagli enti proprietari.

17042020