SARONNO – Una lettera aperta inviata all’Amministrazione comunale, nel dettaglio al sindaco Alessandro Fagioli, al vice Pier Angela Vanzulli e al delegato all’Ambiente Gianpietro Guaglianone per iniziare a pensare al tema della mobilità nel post emergenza.

La mobilità “Post Covid” porta con sé criticità per la mobilità da valutare con attenzione e in anticipo.
Potrebbe esserci un maggiore ricorso all’auto privata (e un ancor minor uso dei mezzi pubblici) in quanto l’auto potrebbe essere considerata – per comprensibile istinto, più che per un effettivo ragionamento – il mezzo di trasporto più “sicuro” dal punto di vista sanitario, per spostarsi.

Questo determinerà un aggravarsi dei problemi già presenti prima della pandemia: malattie per il maggior inquinamento atmosferico ed acustico, congestione di strade e parcheggi, stress per le persone, notevoli perdite di tempo, feriti, morti e danni economici per gli incidenti stradali, e in generale una città meno sicura, meno bella e vivibile.

La nostra associazione promuove da sempre l’uso della bicicletta per garantire una migliore qualità della vita di tutti, ciclisti e non.
Ora più di prima, quindi, si manifesta l’esigenza di favorire la mobilità sostenibile attiva, soprattutto per gli spostamenti urbani, per avere ricadute positive sulla salute, sulla qualità della vita, e sulle condizioni economiche e sociali dei cittadini. Si tratta, anche a Saronno, di fare uno sforzo per fare in modo di aumentare la minoranza che usa la bici e altre forme di mobilità sostenibile attiva.

Una proposta generale (allegata) – con proposte tecniche specifiche – è quella di Bikenomist.
Una lettera al Governo (allegata), per evidenziare gli aspetti di emergenza e chiedere misure adeguate, è stata inviata da un gruppo di associazioni ambientaliste, di cui FIAB fa parte.

Pensiamo che a Saronno serva, soprattutto ora, uno sforzo operativo efficace per favorire l’uso della bicicletta e la pedonalità, anche alla luce dell’ottica emergenziale che stiamo vivendo.

Fiab Saronno riporta all’attenzione dell’Amministrazione Comunale proposte per la città già presentate pubblicamente negli ultimi anni:
• VARESINA CICLABILE per collegare meglio il Quartiere Matteotti con il centro città, nonché creare un percorso ciclabile sicuro ed efficiente verso Gerenzano e Caronno Pertusella che possa incentivare, oltre alla mobilità per diporto, il bike to school e il bike to work.
• Sviluppo del BIKE TO SCHOOL E BIKE TO WORK, con politiche tipiche del Mobility Management;
• SENSO-UNICO-ECCETTO-BICI, da adottare, quale innovativa variante della circolazione, in tutte le strade che per caratteristiche lo consentano (dimensione minima e assenza di angoli ciechi);
• INTERVENTI DI MODERAZIONE DEL TRAFFICO, che rendano più sicura la circolazione per pedoni, ciclisti, motociclisti ed automobilisti.
Serve inoltre:
• aumentare i parcheggi bici – sicuri e di qualità – in prossimità di scuole, ospedali, oratori e altri attrattori di traffico, pubblici e privati;
• istituire zone con limite di velocità a 30 kmh in prossimità di scuole, chiese, oratori, piscina, palestre, strutture pubbliche, e in generale ovunque ci siano edifici ed impianti molto utilizzati dai cittadini;
• introdurre politiche di incentivazione economica all’acquisto e all’uso della bici muscolare e a pedalata assistita;
• incentivare la micrologistica sostenibile perchè anche il piccolo commercio sviluppi la consegna a domicilio con cargo-bike come leva strategica, sinora effettuata con mezzi a motore a combustione interna solo dalla grande distribuzione e dal commercio on-line;
• realizzare, anche con segnaletica provvisoria, corsie e corridoi di circolazione preferenziale o riservata per le biciclette (ad esempio nella parte centrale di Corso Italia);
• incentivare l’uso della bicicletta da parte dei vigili urbani, quale mezzo ecologico, economico ed efficiente per pattugliare adeguatamente e in maniera diversa dal solito il territorio di Saronno.

Riteniamo infine che sarebbe strategica l’adesione di Saronno al gruppo dei comuni ciclabili promosso da Fiab per veicolare formazione tecnica e buone pratiche di governo della mobilità urbana.

Restiamo come sempre disponibili al dialogo con gli amministratori e i funzionari interessati a queste tematiche.

1 commento

  1. Sarebbe auspicabile anche una ciclabile (tecnicamente di facile realizzazione) tra la Cassina Ferrara ed il nuovo supermercato U2 di Rovello. E poi magari fino a Cogliate/parco Groane per realizzare il collegamento ParcoLura/Groane.

Comments are closed.