Home Città 25 aprile: il messaggio del partigiano saronnese Aurelio Legnani

25 aprile: il messaggio del partigiano saronnese Aurelio Legnani

818
9

SARONNO – Da sempre uno dei momenti più intensi del 25 aprile saronnese è il discorso di Aurelio Legnani, partigiano della 183 brigata garibaldina di Saronno. Quest’anno a causa dell’emergenza coronavirus e delle norme anticontagio non ci saranno cerimonie ufficiali ma l’Anpi ha raccolto un messaggio del saronnese registrato nella sua abitazione nel pieno rispetto di tutti le misure di sicurezza.

Ecco il video

“Molti degli anziani che sono scomparsi in questi giorni – spiega Legnani in uno dei passaggi più toccanti del videomessaggio – hanno vissuto gli anni tra il ’43 e il ’45 un periodo incancellabile per il popolo italiano. Un popolo che ha goduto della libertà e si è mostrato saggio ricostruendo il Paese”. Ma il pensiero del partigiano è per le nuove generazione: “Bisogna resistere sempre soprattutto per voi giovani che vi trovate a fare i conti con questa tragedia. Ero bambino quando si parlava della spagnola e mi ricordo che le persone morivano ancora dopo 3/4 anni. Ma ce la faremo, supereremo anche questa prova perchè siamo un popolo che sa fare”.

25042020

9 Commenti

  1. Grazie di ❤ Aurelio, e a tutte le persone come Te, per avermi dato la possibilità di vivere nella Nostra Bella Italia da uomo LIBERO. Il Vostro esempio sarà per sempre guida per il futuro all’insegna della LIBERTÀ ! WiWa il 25 Aprile ??

  2. Grande Aurelio, é grazie a te e a chi come te ha combattuto per noi se abbiamo potuto avere il bene della libertà della prosperità e della democrazia, sono valori da difendere, non sono scontati ma vanno difesi ogni giorno.

  3. grazie! Aurelio per quello che ancora oggi tu rappresenti, ed un pensiero oggi più che mai a Tino Vanelli 1° Sindaco dopo la liberazione

  4. E’ sempre emozionante sentire le testimonianze di ” Gatto “.
    Ricordiamoci sempre che “Libertà è partecipazione” Giorgio Gaber (1939-2003)”

  5. Caro Aurelio,
    grazie per la Tua ennesima “lectio magistralis” sulla libertà: “è soprattutto il rispetto della libertà degli altri”.
    Unitamente a mia moglie, un ideale abbraccio!
    Con grande stima!
    Marino

  6. Aurelio grazie,
    amo i “gatti” perchè sono “puliti”, sono “senza padron”i e la loro amicizia la conquisti con il rispetto e facendoti rispettare.
    Partigiano”Gatto” un abbraccio
    Paolo Enrico Colombo

  7. Grazie Aurelio per la tua lucida e costante testimonianza! Un pensiero va anche ad Agostino Vanelli primo Sindaco dopo la Liberazione!

Comments are closed.