SARONNO – Ancora un boom di contagi a Saronno, oggi +10, uno dei dati peggiori da parecchio tempo a questa parte. Insomma, a dispetto dei dati regionali, in discesa, e provinciali che restano in un range di moderato rallentamento, il dato della città degli amaretti appare costantemente in salita, con numeri che negli ultimi giorni si sono fatti sempre più consistenti. Ad oggi si sono raggiunte le 156 persone contagiate dall’inizio dell’epidemia, una delle località più colpite in assoluto in ambito provinciale. Per quanto concerne l’incremento a Saronno, si tratta, probabilmente, dei risultati dei tamponi che sono stati effettuati negli ultimi giorni nelle case di riposo cittadine, dove c’erano diverse persone con sintomi compatibili a quelli del coronavirus.


Per informazioni o aiuto riguardo all’emergenza coronavirus:

Numero verde gratuito: in caso di sintomi influenzali o problemi respiratori 800894545. Evitare di utilizzare il numero 112 per non intasare le linee, lasciarlo libero per le emergenze sanitarie.

Informazioni generali: chiamare il 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al pediatra.

28042020

18 Commenti

  1. Oltre al numero giornaliero, puntualmente seguito da precisazioni condivisibili sulla sua pressoche’ insignificanza, potreste fare un lavoro di investigazione giornalistica e comunicare alla collettivita’ dati sulla distribuzione per eta’, per zone geografiche intracomunali, ed altre classi? (Cosa che ci aspetteremmo da un Sindaco degno di questo nome … e stipendio) Grazie.

    • ma perché mai un sindaco dovrebbe fornire una così dettagliata informazione? …una volta che la conosci cosa ti cambia?

      • Perché è un sindaco, quindi un mio e suo dipendente, non un podestà del ventennio… le è chiara la differenza?

  2. Quello che non si capisce è quanti sono i contagiati nelle RSA di Saronno e quanti tra il personale sanitario. Il numero assoluto in sé non ha significato. Occorre anche sapere quanti sono i quarantenni in famiglia e se sono stati fatti i tamponi ai conviventi. Dare numeri così per farli è privo di senso logico. L’unico che sa, ma non parla, è il sindaco e tutti si chiedono perché di questo comportamento.
    Saluti.

  3. C’è in giro un sacco di gente senza motivo, controlli zero soprattutto in periferia e per le solite “categorie” le regole non esistono, rimanendo impuniti come sempre!
    I numeri in contrtendenza non sorprendono per nulla.

    • Aspettano che lo faccia conte per primo….. Basta con sta regione…. Sapete solo criticare….. Il focolaio in Italia è nato tra lodi e Piacenza…. Fosse nato a Roma ora direste che in regione Lazio devono dimettersi…. Poi se non vi piace la Lombardia… Dopo il 18 maggio quando si. Potrà andare in altre regioni andatevene altrove… In emilia… In Toscana…. E cmq per la cronaca in una democrazia dovrebbe governare chi ha più voti alle elezioni… Ed è stato votato dal popolo….. Visto che in Lombardia è stato così…. Visto che grazie al 25 aprile siamo liberi di scegliere…. Bene…. Se non vi va bene non è un problema

  4. Abbiamo visto la differenza fra la propaganda e la gestione inconcludente di una regione che ha avuto da sola la metà dei morti in Italia. Me ne ricorderò nell ‘urna

Comments are closed.