SARONNO – La parziale ripartenza dopo il lockdown, da settimana prossima, preoccupa i pendolari, in particolare riguardo alle modalità per raggiungere il posto di lavoro: quale “distanziamento” sarà possibile mantenere sui mezzi pubblici? “Regione Lombardia ha chiesto ai comitati dei viaggiatori suggerimenti per la graduale ripresa dei ritmi giornalieri, in sicurezza. Nonostante il tempo concesso, inferiore alle 48 ore, la maggioranza dei Comitati ha elaborato un documento comune che è stato inviato agli uffici dell’assessorato competente” spiegnao dal Comitato viaggiatori Trenord del Nodo di Saronno.

E’ stata ribadita “la necessità di garantire la sicurezza dei viaggiatori con fin dai primi giorni della ripartenza la disponibilità del 100 per cento di tutto il servizio ferroviario, la stessa cosa vale per il trasporto urbano ed extraurbano. Sulle limitazioni dovute al distanziamento tra le persone, contro la diffusione del coronavirus, non si può derogare”. E poi “in una situazione di rischio sanitario è importantissimo che venga assicurata la massima affidabilità e funzionalità dei treni e delle infrastrutture in quanto una cancellazione, o peggio un guasto possono avere drammatiche ripercussioni sulla prevenzione dei contagi. E dovranno essere garantire pulizia e sanificazione; un richiamo specifico si rende necessario per gli impianti di ventilazione. Trenord ha avuto due mesi di servizio con molti convogli fermi e sarebbe responsabilità gravissima se la manutenzione continuasse a essere insufficiente”.

Per i comitati “dovranno essere presenti e gratuitamente su tutti i treni e e nelle stazioni tutti i dispositivi raccomandati dalle autorità sanitarie, quali mascherine, guanti, gel disinfettante e appositi raccoglitori per i rifiuti potenzialmente infetti”. Sull’affollamento, “l‘unica mitigazione praticabile rispetto ai problemi di affollamento è l’erogazione del 100 per cento del servizio e la sua affidabilità. Doveroso che oltre al rimborso degli abbonamenti mensili non utilizzati, venga prolungata la validità degli abbonamenti annuali di tutti i tipi”.

30042020

4 Commenti

  1. Differenziare gli orari di ingresso e uscita di lavoro, scuole e università, 100% dei treni, app per prenotare il viaggio in modo da capire se ci sono posti liberi.
    È un’occasione per migliorare la qualità di vita di molta gente.

  2. Preoccupazione e’ un termine eufemistico.. Sarei terrorizzato … In tempi non sospetti i vagoni erano una cosa indicibile per pulizia … E ora ? Boh!

    • Ma dai disfattista, non hai visto l’ efficienza lumbarda, sarà un trionfo ( sic)

  3. Infatti alla richiesta di ripristinare il 100% delle corse i geni di Trenord hanno risposto con lo zuccherino di solo qualche treno di rinforzo…al mattino prima delle 6 nessun treno per Milano in particolare non e’ stato ripristinato il Milano Centrale/Malpensa ogni mezz’ora almeno fra Milano Centrale e Saronno…sono proprio degli incapaci per non dire altro.

Comments are closed.