SARONNO – Anche per la città degli amaretti è arrivato il momento di attivarsi per la fase 2. A fornire le prime informazioni su un’importante novità è la Comunità pastorale crocifisso risorto già pronta per riprendere a celebrare i funerali.

Già lo scorso weekend il prevosto monsignor Armando Cattaneo aveva spiegato come l’impossibilià di dare l’ultimo saluto ai propri cari fosse una ferita aperta per la città e quindi non stupisce che a fronte delle direttive nazionale la comunità saronnese si sia subito attivata.

Da lunedì 4 maggio, accogliendo le indicazioni, i funerali saranno celebrati al cimitero di via Milano davanti alla cappella dei sacerdoti del cimitero maggiore di via Milano. Una soluzione che permette di restare all’aperto ma nello stesso tempo di essere riparati dalle intemperie ed anche dal sole. Lo spazio non manca tanto che si potranno disporre le sedie, comunque riservate solo ai familiari più stretti (al massimo 15 persone). Nessuna novità sul fronte del celebrante che sarà sempre il vicario della parrocchia del rione in cui risiede il defunto.

La messa della comunità pastorale saronnese per i defunti che non hanno potuto avere un funerale nel periodo di lockdown

2 Commenti

  1. Ma il cimitero di Saronno è ancora chiuso? Negli altri comuni di zona la protezione civile ha pulito le tombe dei defunti vista l’impossibilità dei parenti di recarsi al cimitero. Si potrebbe fare anche a Saronno?

Comments are closed.