SARONNO – “Sono molto soddisfatto dell’andamento per mercato del mercoledì e di quello contadino”. Sono le parole di Paolo Strano che traccia un bilancio della settimana di sperimentazione di apertura dei mercati per effetto dell’ordinanza di Regione Lombardia.

“Sono soprattutto contento del comportamento tenuto dagli espositori che sono arrivati muniti di mascherine, guanti ed igienizzante. Decisamente collaborativi anche i clienti che si sono attenuti alle regole senza nessun tipo di protesta o di lamentela neanche per piccole code che si sono create mercoledì nei momenti di afflusso maggiore”. Al di là dell’assenza di ambulanti nell’edizione di venerdì del mercato rionale della Cassina Ferrara insomma l’esponente della Giunta promuove non solo espositori e clienti ma anche la macchina organizzativa comunale a partire dalla polizia locale fino ai volontari: “L’associazione nazionale carabinieri è una garanzia, i suoi uomini sono sempre pronti a venire incontro alle richieste dell’Amministrazione. In questi giorni per la gestione del mercato il loro contributo è stato davvero prezioso”.

“Ora – conclude – attendiamo di vedere se si andrà avanti con questa soluzione o arriveranno nuove normative”.

03052020

2 Commenti

  1. Gestire un mercato di 10 banchi, un afflusso di un centinaio di persone, con uno spiegamento di forze di vigilanza senza pari (per poi dire che è andato tutto bene) non mi sembra un così grande risultato se paragonato all’operatività giornaliera di un medio supermercato come può essere Esselunga: però contento lui, contenti tutti.

  2. Per compensare il mutismo del sindaco si provvede ad annunciare “Sono molto soddisfatto dell’andamento per mercato del mercoledì e di quello contadino”. Sono questi gli elevati risultati ottenuti da due eventi cittadini, marginali a tal punto da poterli enfatizzare? I Saronnesi non sono nel mondo dei sogni ma vivono oggi una realtà cruda, vera, preoccupante, con una imprevedibilità futura presente all’orizzonte.

Comments are closed.