SOLARO – Anche il Comune di Solaro partecipa oggi all’iniziativa di Anci in memoria delle vittime della Strage di Capaci del 23 maggio 1992 quando persero la vita i magistrati Giovanni Falcone e Francesca Morvillo e gli agenti della scorta Vito Schifani, Rocco Dicillo e Antonio Montinaro.

“Non ho paura di dire che questa sia, ancora oggi, una ferita aperta – commenta il sindaco Nilde Moretti – La morte di uomini e donne al servizio dello Stato rappresenta ancora oggi una pagina nera della nostra storia. Una pagina che non vogliamo che si ripeta mai più e che non possiamo permettere che si ripeta mai più. Per questo ho deciso di aderire all’iniziativa di Anci ed anche io farò un minuto di silenzio in onore delle vittime di mafia”

“Il 23 maggio appendiamo un lenzuolo bianco alla finestra e alle 18 affacciamoci al balcone per celebrare il coraggio di chi in questi mesi si è prodigato per il bene della Nazione anche a rischio della vita – è l’invito che arriva dalla Fondazione Giovanni Falcone rilanciato anche da Antonio Decaro sindaco di Bari e presidente Anci –  Medici, infermieri, volontari della protezione civile, farmacisti, operai, commesse dei supermercati, rider, forze dell’ordine e tutti coloro che sono rimasti al loro posto per permettere al Paese di andare avanti.  Eredi morali di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e di tutte le vittime della mafia che ci hanno insegnato che solo con l’impegno individuale si raggiunge il bene collettivo. Il 23 maggio stiamo insieme. Cittadini di un Paese fiero dei suoi eroi del quotidiano”

(foto: la copertina della pagina Fb della Fondazione Giovanni Falcone)

7 Commenti

  1. Speriamo che le critiche a prescindere di qualcUNO non si fermino almeno fino alle prossime elezioni, visti i precedenti porta bene

  2. Ma scusi sindaco ma i suoi alleati di governo hanno scarcerato boss mafiosi….le solite ipocrisie sinistre

Comments are closed.