SARONNO – E’ iniziato domenica sera con una lunga videoconferenza dedicata alle norme anti-contagio il primo allenamento del Saronno softball post lockdown. Le atlete neroblu sono state tra le prime sportive a poter riscendere in campo. L’hanno fatto sul diamante di via Ungaretti dove le novità non mancano: dalla misurazione della febbre all’ingresso fino ai dugout completamente ridisegnati in modo da lasciare spazio tra una giocatrice e la compagnia accanto.

“Abbiamo iniziato la mattinata con una sanificazione di tutti gli spazi – spiega il presidente Piero Bonetti – abbiamo spiegato anche alle ragazze come provvedere quotidianamente all’igienizzazione delle proprie dotazioni, casco e mazza, ma soprattutto abbiamo organizzato tutta l’attività in modo da evitare assembramenti”.

A fare un sopralluogo in mattinata anche l’assessore allo Sport Gianpietro Guaglianone: “Devo dire che le precauzioni non mancano ed ho potuto vedere in prima persona come le atlete siano ligie nel mantenere le distanze e rispettare le norme”. “Non so se il campionato partirà effettivamente sabato 13 giugno – conclude Bonetti – ma come società, struttura e squadra saremo pronti a rispettare tutte le disposizioni”.