COGLIATE / SARONNO – L’ultima segnalazione è venuta da Cogliate, ma altre negli ultimi giorni sono giunte anche da diverse località del Saronnese, ed anche salendo più a nord nel Varesotto con il “caso limite” del residence di Travedona, lo scorso fine settimana, dove un serpentello, di oltre un metro, si è concesso un bagno nella piscina condominiale, costringendo all’intervento anche i vigile del fuoco, per recuperarlo sotto lo sguardo dei condomini atterriti.

Non ha suscitato tanta mobilitazione la biscia avvistata, sempre nel fine settimana, al cimitero di Cogliate. Altro bel esemplare, di dimensioni non trascurabili, immortalato da un passante, con la macchina fotografica del telefonino, mentre passava sulle beole. Niente paura, certo nel Parco Lura e Parco Groane c’è pure qualche vipera ma pensare di trovarsi faccia a faccia in ambito urbano appare un azzardo. In generale, quelle che visitano giardino e parchetti sono degli innocui “biacchi”, specie autoctona e senza veleno. E che hanno una paura folle dell’uomo; solo se messi alle strette possono mordere, ma senza far troppo male. Ma sono tanto utili per l’ambiente e nemiche giurate dei ratti, dei quali evitano l’eccessiva proliferazione.

(foto: il biacco salvato dai vigili del fuoco a Travedona nel Varesotto)

01062020