CERIANO LAGHETTO / SARONNO – Vanno avanti senza sosta i controlli di polizia locale e volontari del Gst, il Gruppo di supporto territoriale, nel “bosco della droga” lungo la ferrovia Saronno-Seregno, e continuano i ritrovamenti di materiale o oggetti, in parte sotterrati dagli spacciatori prima di allontanarsi a causa dei frequenti controlli delle forze dell’ordine, ed ora trovati col metal detector. E’ spuntata anche una scure.

“Con il metal-detector negli ultimi giorni sono stati rinvenuti anche oggi una scure, un coltello, un telefono con sim, un bilancino e un “giocattolino”: un fucile a pompa del tutto simile ad uno vero. Tutto è stato sequestrato e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria – riepiloga il vicesindaco di Ceriano Laghetto, Dante Cattaneo, che sta personalmente partecipando alle oprazioni di “pulizia” – Grazie ai carabinieri, alla polizia locale e ai volontari Gst sempre presenti nell’ex “Bosco della droga”! Non permetteremo ai pusher di ritornare”.

(foto: la scure appena ritrovata nel bosco)

04062020