SARONNO – Grandi difficoltà a prendere la linea con gli uffici per la prenotazione e poi una volta avuto l’appuntamento lunghe code per accedere agli uffici. Le modalità di accesso agli uffici comunale in vigore nel palazzo di piazza Repubblica non sono funzionale almeno secondo i saronnesi che alle prese con il sbrigo di pratiche burocratiche in Municipio hanno parlato di una vera e propria odissea per riuscire ad accedere.

“All’ingresso – spiega una saronnese che si è recata in municipio per concludere una pratica in seguito alla scomparsa di una congiunta – c’è una dipendente che misura la febbre e regola l’accesso tramite le due doppie porte nel rispetto delle norme ossia una persona per volta e solo su appuntamento. Purtroppo malgrado il suo impegno la mole di presenze è davvero troppa e il risultato nonostante l’impegno del personale sono lunghe code. Non è un problema dei dipendenti ma dell’organizzazione che evidentemente non funziona”.

“Si fa davvero fatica a prendere la linea per gli uffici – le fa eco un altro utente – e quando si ha l’appuntamento le code fuori sono lunghissime”. Consapevole delle difficoltà l’Amministrazione comunale ha spiegato di essere all’opera per “elaborare delle modalità di accesso al pubblico con tempistiche più certe e consone”. Nel frattempo negli ultimi giorni sono anche stati creati degli stalli per la coda che “corrono” davanti alla facciata principale: “Sono ad un metro di distanza l’uno dall’altro ma sono inutili – conclude la saronnese – perchè tutti si accalcano davanti alla porta d’ingresso senza rispettare le distanze”.

05062020

5 Commenti

  1. Beh, certo, dopo gli spettacoli indegni visti a Roma e Milano da parte degli stessi partiti che amministrano Saronno sta a vedere che il problema adesso sono i saronnesi che devono rispettare la fila e le regole.

    • Come no! In piena emergenza il governo ha permesso i cortei dell’ ANPI e la riapertura delle librerie.
      Cercate altri argomenti contro il sindaco, grazie

  2. Amministrazione più o meno allo sbando! Il Sindaco smentisce le decisioni della commissione bilancio e fa quello che gli pare accollando ai cittadini maggiori costi sui mutui del Comune.
    I cittadini non si ascoltano ( stile Fagioli standard )
    Presenza ed empatia durante l’emergenza ZERO
    Aiuti a chi ha bisogno, 7 settimane per far arrivare 4 pacchi in croce.
    Accesso supporto ai Cittadini come descrive l’articolo non è certo una premura di questa Amministrazione.

  3. Questo è l’esempio della traslazione del medioevo nell’anno domini 2020.
    Non ci sono altre profezie!

Comments are closed.