SOLARO – Con la segnaletica che verrà realizzata a breve termineranno in via Piave i lavori di riqualificazione della sede stradale e abbattimento delle barriere architettoniche. L’intervento aveva l’obiettivo di risolvere molteplici criticità.

Sono stati mantenuti i parcheggi lungo la strada ed un’adeguata larghezza della carreggiata, anche ampliando il marciapiede del lato est sino alla larghezza attuale di un metro e mezzo che garantisce un’adeguata percorrenza anche alle persone con disabilità.
Il marciapiede del lato ovest è stato invece mantenuto con le dimensioni della norma pregressa.

I lavori sono dunque intervenuti per sanare un problema di dislivelli e differenze di quota nei passi carrai. Le opere realizzate hanno tenuto conto di tutte queste criticità e sono state ricercate soluzioni idonee per ciascuna particolare situazione. A tal proposito, l’inserimento di un cordolo curvo all’inizio ed alla fine di alcuni passai carrai, concordando gli interventi con i residenti, ha permesso di risolvere la differenza di quota e mantenere una migliore complanarità nella restante porzione del percorso pedonale garantendo la larghezza minima di un metro comunque sufficiente all’eventuale passaggio di persone con disabilità.
Modifiche infine sull’accesso da via Roma, con l’allargamento del marciapiede al fine di proteggere maggiormente la zona di sosta delle auto e rispettare le distanze da una proprietà privata.

“Si tratta – spiega Christian Caronno, assessore ai Lavori Pubblici – di un intervento importante ed atteso che rifiniremoi a brevissimo con la segnaletica. Sappiamo che il cambio di raggio del marciapiede e della curva ha creato qualche lieve disagio agli automobilisti meno attenti, ma l’intento di garantire maggior sicurezza è l’obiettivo primario. Nella zona sono presenti un marciapiede, un attraversamento ciclopedonale, un passo carrabile e, a breve, sarà realizzato un posto auto per disabili, tutto in pochi metri, e dunque occorre entrare in via Piave con prudenza. Il nuovo cordolo ha questa finalità e siamo convinti che presto gli automobilisti si abitueranno alla novità”.

9 Commenti

  1. Ingresso dalla provinciale in via Piave pericolosissimo già chiesta perizia privata se è regolare

    • Il lavoro è stato fatto srnza rispettare le misure minime.
      Ancora complimenti per il lavoro fatto.
      Ora l’amministrazione comunale a chi scaricherà le colpe?

    • Siamo tutto con lei, non si fermi … visti i precedenti “siamo pronti per il ribaltone ” … porta bene

    • io prima scendevo sulla strada perchè marciapiede stretto e dissestato. Ora sono molto contenta.

  2. Bello il nuovo ingresso in via Piave, la gente ci si buttava a piena velocità rischiando sempre di stirare chi correva su pista ciclabile. Finalmente si lavora con la testa.

    • Guardi che la penisola che è stata creata non centra nulla con la pista ciclabile.
      Forse si è confuso

  3. Perizia dimostra che la penisola nel progetto è diversa da quella eseguita, assessore ma lei perché giustifica un lavoro mal fatto?

Comments are closed.