SOLARO – “Finisce un anno scolastico tra i più difficili che ci si ricordi, ma a Solaro rimane la consapevolezza di aver fatto il massimo possibile per agevolare il percorso degli iscritti alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie”.

Inizia così la nota di saluto dell’intera Amministrazione comunale all’istituto comprensivo e agli studenti solaresi in occasione del termine delle lezioni.
“In poche settimane è stato avviato da zero il progetto di didattica a distanza, grazie al fondamentale impegno della dirigenza scolastica e del corpo docente. Uno sforzo che ha premiato, con la partecipazione di tanti ragazzi alle lezioni online, dalle scuole dell’infanzia con progetti di incontro tra educatori, bambini e famiglie, passando alle scuole elementari con il lavoro online ed i servizi interattivi, per arrivare alle scuole medie con un vero e proprio calendario di programmazione didattica da seguire in streaming e materiale sul quale lavorare dopo le lezioni. Inoltre, è stato possibile in piena pandemia – attraverso i volontari della Protezione Civile – consegnare una quarantina di tablet, forniti dalla scuola, a dei ragazzi in difficoltà nel seguire le lezioni a causa della mancanza di strumenti digitali idonei”

“Termina un anno scolastico del tutto particolare – continua il sindaco Nilde Moretti – che mai ci saremmo aspettati e che nessuno avrebbe mai immaginato. Un anno impegnativo e faticoso, che ha messo a dura prova soprattutto il mondo scolastico. La didattica a distanza è stata una scelta obbligata a seguito dell’emergenza che ha visto, fin da subito, profonde limitazioni, ma grazie all’impegno di tutte le parti in causa, alle quali vanno i miei ringraziamenti, siamo riusciti a fronteggiare la problematica in maniera positiva e ne usciamo tutti accresciuti in competenze e valori e penso sia questo è il senso che vogliamo per la nostra scuola”.

“I ringraziamenti – continua Monica Beretta assessore all’Educazione – da fare sono tantissimi, come riportato sulla lettera ufficiale che potete trovare pubblicata sul sito comunale, in primis al preside per la forza e il coraggio dimostrato in questo primo anno da Dirigente scolastico. L’emergenza ha fatto fare alla Scuola italiana un bel passo in avanti velocizzando alcuni processi ma ha anche posto, in modo importante, il tema dell’istruzione come argomento centrale e obiettivo per il futuro. Infatti, è nella Scuola che si formano le nuove generazioni. Abbiamo imparato che è importante salvaguardare la relazione fisica, diretta e insostituibile docente-alunni, senza la quale non può esistere “Scuola”, ma solo didattica a distanza. Nei prossimi giorni, presenteremo l’esito dei progetti realizzati in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Regina Elena durante l’anno scolastico, come il concorso d’arte & cibo per la quinta elementare e la conclusione del progetto di orientamento per gli studenti delle terze medie. È stato un anno diverso e difficile, ma siamo comunque riusciti a terminare parte dei nostri progetti grazie ad un impegno senza precedenti di tutti coloro che con passione e dedizione hanno messo davanti a tutto il diritto all’Istruzione”.

(foto archivio)

11 Commenti

  1. Ma l’opposizione cosa sta aspettando per sfiduciare l’assessore che più e più volte ha dimostrato di essere inadeguata al ruolo

    • Concordo, la minoranza si deve fare sentire, 3 assessori ed il vice sindaco devono spiegare a tutti il proprio comportamento, la cronaca ci ha raccontato come si sono comportati in giunta e come hanno affrontato il loro primo anno in comune.

  2. Ripresi anche dal presidente del consiglio comunale (membro della maggioranza).. sempre più uguali alla corrida di Corrado

    • Siamo vicini al rimpasto con un nuovo posto in giunta dedicato a forza Italia la vera stampella di questa amministrazione

      • se la canta e se la suona … mi raccomando non si fermi … siamo pronti per il ribaltone

Comments are closed.