Home Groane Ceriano Laghetto Dopo le minacce di morte Dante Cattaneo è tornato nel Bosco della...

Dopo le minacce di morte Dante Cattaneo è tornato nel Bosco della droga. E sono spuntate le armi

688
8

SARONNO / CERIANO LAGHETTO – Nelle scorse ore, scritta su un cartello stradale, era comparsa l’ennesima minaccia di morte contro di lui. Dante Cattaneo, coordinatore dei sindaci Lega in Lombardia, vicesindaco di Ceriano Laghetto e da sempre impegnato nella lotta allo spaccio nei boschi della zona non si è fatto pregare ed è subito tornato nel “Bosco della droga” al confine fra Saronno e Ceriano Laghetto, lungo la linea ferroviaria Saronno-Seregno. E con i volontari del Gst, il Gruppo di supporto territoriale, e la polizia locale è stata trovata anche una pistola Beretta calibro 9 abbandonata.

Qui c’era veramente di tutto, era una zona pericolosissima. Ma dobbiamo assolutamente usare i verbi al passato, perché adesso è cambiato tutto – dice Cattaneo – In oltre 100 giorni di attività nel bosco dei nostri grandissimi volontari affiancati sempre dalla polizia locale, non abbiamo più incrociato nessuno spacciatore e nessun tossicodipedente. E’ stata fatta tabula rasa, ormai hanno capito che qui per loro non c’è più spazio. Questa zona è tornata ad essere un patrimonio meraviglioso a disposizione di tutti. Si tratta di uno degli angoli più suggestivi del Parco delle Groane e per questo rilancio l’invito a tutti a frequentarlo con tranquillità e sicurezza, anche per dare un ulteriore segnale di “riconquista” di quello che è tornato ad essere nostro”.

12062020

8 Commenti

  1. Grazie al c. che non avete incontrato quasi nessuno l’Italia era in lockdon, non è certo merito suo mentre si fa la foto quotidiana.

  2. Sicuramente un buon lavoro se non fosse per la palese e inequivocabile ricerca di attenzione da parte di questo giovane ragazzo sempre pronto ad apparire come in un set cinematografico. Questa incessante propaganda non potrebbe esserci senza gli spacciatori. Quindi, caro ragazzo, credo che loro in fondo in fondo le sono stati utili e senza la loro presenza adesso rischia di doversi trovare altro da fare.

  3. E’ sufficiente non fare alcun commento quando l’oggetto della comunicazione, centellinata ad arte, ha come contorno questo personaggio che mira solo ad acquisire consensi.

  4. Ritrovata una beretta calibro 9 abbandonata ….. nel 1946 , dopo la guerra, vista la ruggine . Ma sicuramete pronta a sparare … .Ora veramente quando sarà finità la “bonifica” il vice Sindaco vedrà anche i grandi problemi della piccola Ceriano L. o avrà altro da fare ….

Comments are closed.