SOLARO/SARONNO – A quarant’anni dalla scomparsa in servizio di Angelo Nobile, agente dei vigili urbani del comune di Solaro, l’amministrazione ha voluto omaggiare la figlia Lucrezia di una targa in ricordo del padre “Un eroe solarese”. I fatti risalgono al 17 giugno del 1980, il vigile ed il comandante dell’epoca Paolo Cacciola si trovarono ignari sulla strada di alcuni rapinatori nella zona delle campagne di Cascina Emanuela. I ladri avevano appena assalito la Cassa di risparmio in centro a Solaro per un bottino di 7 milioni di lire e molto probabilmente i vigili ancora non erano a conoscenza dell’accaduto. Nella fuga i malviventi si schiantarono contro un trattore ed al momento dell’arrivo di Nobile e Cacciola aprirono il fuoco ferendo a morte il primo, proprio nel punto in cui oggi sorge una lapide in memoria dei fatti.

Alla cerimonia di questa mattina, svolta in forma ristretta per rispetto delle norme sul contenimento del coronavirus, hanno partecipato il parroco don Giorgio Guidi, rappresentanti dell’amministrazione comunale e uomini delle forze dell’ordine. Il sacerdote ha dedicato a Nobile una preghiera citando “il grido di giustizia in nome del bene delle persone degli uomini al servizio del prossimo”, mentre il sindaco Nilde Moretti ha consegnato una targa ricordo alla figlia Lucrezia parlando del padre come di “un eroe solarese”.

17062020

2 Commenti

Comments are closed.