SARONNO – Hanno provocato molta curiosità e qualche preoccupazione i cartelli coperti che sono comparsi negli ultimi giorni in via San Solutore e precisamente nei pressi dell’incrocio con via Lucini. A spiegare l’intervento è l’assessore ai Lavori Pubblici Dario Lonardoni che parte dalle segnalazioni avute dai residenti: “Nessun mistero – chiarisce l’esponente della Giunta – la segnaletica verticale è ancora coperta perchè è necessario prima realizzare quella orizzontale per poter partire con la nuova viabilità. L’abbiamo studiata per rispondere alle esigenze dei residenti che lamentano il passaggio di auto a velocità troppo sostenute lungo via San Solutore”. In sostanza verranno cambiate le precedenze modificando lo stop esistente.

Al momento chi arriva da via Lucini si trova uno stop con la possibilità di svoltare a sinistra, verso via Don Monza o a destra nel tratto cieco di via San Solutore. La linea d’arresto sarà eliminata e gli automobilisti avranno la precedenza nell’immissione in via San Soluzione: “E’ una soluzione che non crea problemi perchè la curva, sia a destra sia a sinistra, è particolarmente stretta e i mezzi sono costretti a ridurre notevolmente la velocità”. E chi arriva da via Don Monza percorrendo via San Solutore? “Se svolta in via Sorelle Lucini – spiega il comandante Giuseppe Sala – si ha la precedenza se invece deve andare dritto nell’ultimo tratto a fondo cieco si troverà una linea d’arresto al centro dell’incrocio in modo da poter dare la precedenza”. Quindi a ritrovarsi con lo stop sarà chi esce dal fondo cieco di via San Solutore.

Facile quindi comprendere come, vista la complessità del cambiamento necessario per una diversa gestione dei flussi stradali nelle diverse direzioni, prima di mostrare i cartelli e rendere valida la modifica della circolazione sarà necessario attendere la realizzazione delle segnaletica orizzontale che però deve fare i conti con il maltempo degli ultimi giorni.

8 Commenti

  1. È uno scherzo vero? Si toglie la precedenza ad una strada con piena visibilità (San Solutore) dell’incrocio, mentre la si da ad una dove la visibilità dell’incrocio è zero?
    A me non piacciono… ma l’unica soluzione erano i dossi.

  2. Chissà a quando il primo incidente visto che chi arriva da don Monza dovrebbe dare precedenza a via lucini, ma mettere dei classici dossi rallentatori era difficile

  3. Tralasciando i grossolani errori di scrittura e il fatto che sono invertite le direzioni, come residente nella zona mi sembra una cavolata colossale…

  4. Concordo sull’esigenza di trovare una soluzione per ridurre la velocità di percorrenza in via San Solutore, ma non sulla soluzione che è stata individuata.

    La creazione di due dossi sarebbe stata la soluzione più logica per vari motivi.
    Chi già sfrecciava in via San Solutore, continuerà a farlo.
    Il gioco delle precedenze studiato comporterà diverse incomprensioni.

  5. Non so se sia la soluzione giusta, ma uscire dalla via Lucini (nonostante lo specchio) è sempre un terno al lotto!!! Se non ricordo male, i dossi una volta erano presenti in via San Solutore, forse però, andrebbero posizionati più vicino all’intresezione con via Lucini.

  6. San Soluzione? Chi è? Il patrono degli incroci? Speriamo che protegga anche gli automobilisti.

Comments are closed.