MILANO -Gli assessori regionali Stefano Bolognini (Politiche sociali, abitative e disabilita’) e Riccardo De Corato (Sicurezza, immigrazione e polizia locale) hanno ringraziato gli ispettori dell’Aler Milano e la polizia di Stato “che anche in piena emergenza Coronavirus non hanno mai smesso di lavorare”. Le ultime operazioni, in ordine di tempo, sono quelle nelle zone di Gratosoglio e Giambellino a Milano in cui Aler e Polizia sono intervenuti per ripristinare la legalita’ liberando gli alloggi occupati da abusivi.

De Corato – “Gratosoglio e Giambellino – aggiunge De Corato –
sono zone periferiche in cui ai tanti affittuari onesti si
aggiunge che vive di espedienti occupando l’appartamento
abusivamente e rubando l’energia elettrica al vicino ignaro di
tutto, la maggior parte di questi e’ straniera. Una situazione
non piu’ sostenibile a cui dobbiamo, con tutte le forze, porre
fine al piu’ presto. In ogni caso aggiungo che la promessa fatta
dal Prefetto di Milano, Renato Saccone, in periodo di emergenza
sanitaria, di procedere con gli sgomberi degli alloggi popolari
occupati, continua ad essere mantenuta”.

Bolognini – “Lo abbiamo detto all’inizio della pandemia: coloro
i quali avrebbero tentato di approfittare delle condizioni di
emergenza – spiega l’assessore Bolognini – sarebbero stati i
primi ad essere sgomberati. Ora andiamo avanti, senza sosta, con
il programma degli sgomberi. Tolleranza zero, ce lo chiedono
tutte le persone per bene che abitano nelle case popolari e che
vorrebbero vivere in tranquillita’ e abitare le loro case in
sicurezza”.

(foto archivio: case Aler al quartiere Matteotti di Saronno)

18062020