SARONNO – E’ stata convocata per oggi pomeriggio alle 17 la conferenza stampa del sindaco emerito Pierluigi Gilli.

Qui la diretta de ilSaronno

Nato il 29 giugno 1956 a Saronno, dopo il liceo classico si è laureato con lode in Giurisprudenza all’Università Cattolica di Milano; coniugato dal 1985 con Mara, ha tre figli, Marta, Filippo e Alberto. Avvocato cassazionista, Professore a contratto di Diritto Ecclesiastico nell’Università degli Studi E-campus, mediatore civile. Consigliere Comunale 1985-1990, ha fatto parte della Commissione Commercio, Toponomastica e Biblioteca Civica a Saronno; Urbanistica a Cislago. Magistrato Vice Pretore Onorario, Presidente del Distretto Scolastico di Saronno e dell’Asilo Vittorio Emanuele II. Ha avuto incarichi nazionali nell’A.I.D.O., collabora con associazioni per i bambini cardiopatici; socio del Rotary Club Saronno (Presidente 2012/2013) e della Confrérie du Canard des Pays de Challans; ha ricevuto la Grande Médaille d’Honneur dalla Città di Challans e dal Conséil Général della Vandea. Ha fatto parte del Consiglio Regionale lombardo dell’A.N.C.I.; Presidente nazionale dell’Ass.ne Licor tra Comuni; Sindaco di Saronno dal 1999 al 2009. Consigliere Comunale Capogruppo di Unione Italiana a Saronno dal 2010. Dal 2 giugno 2010, Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana.

23 Commenti

  1. Allora tiriamo le somme centro destra schierato unito, pd+5s e questo centro sinistra.
    Povera Saronno

  2. Sicuramente persona capace e grande conoscitore della macchina amministrativa… Persona giusta per risollevare Saronno dopo 5 anni d’inerzia!

    • persona vecchia che vede la città a misura di cemento, non di benessere e sviluppo a misura di cittadino.

  3. Ma che c’azzecca il socialismo liberale (ipse dixit) di Calenda con Gilli, Renoldi e Banfi? Speravo in AZIONE, anche a livello locale, ma chi la rappresenta (appunto, chi?) è andato fuori strada…

  4. Il confronto tra il CV dell’avvocato Pierluigi Gilli e il CV di Alessandro Fagioli è imbarazzante.

  5. Con l’inseparabile Renoldi e la new entry Banfi!
    Tra chi ha già dato, chi ci ha provato e non c’è riuscita, chi s’è dimostrato per quel che è….
    Votarli ancora? …. ma anche NO GRAZIE!!!!!

  6. Si …una persona che puo’ fare il Sindaco. Adesso si puo’ dire.. Luce in fondo al tunnel per Saronno!!!

    • Carita77 capisco il tifo ma….
      Idee vecchio stile che vede la città a misura di cemento, non di benessere e sviluppo a misura di cittadino.

    • E magari andare un po’ oltre al sindaco.

      Azione, Italia Viva, +Europa, Unione Italiana: sono simboli senza dietro attivisti.

      Chi governa, poi? Tutta gente da fuori?

  7. è ritornato di nuovo con le sue idee obsolete -Palazzo visconti sede del municipio con un costo pazzesco e inadatto a contenere tutti gli uffuci – era il suo cavallo di battaglia e che ci aveva già fatto spendere soldi per fare studiare il progetto. Bisognava riempire il vuoto lasciato da volontè ed ecco che gilli si candida e rimorchia il banfi sicuro di avere i voti degli oratori e della chiesa. siamo alle solite la gente invecchia ma non cambia una poltrona fa sempre comodo

    • Lei non conosce il progetto, che include anche gli altri edufici pubblici circostanti, per risanare l’intero subquartiere. Progetto costato nulla, perché eseguito dai tecnici comunali con grande abilità. Da 12 anni si attende un’alternativa concreta, fattibile e sostenibile: non si è vista; intanto Palazzo Visconti precipita nel degrado.

  8. Oggettivamente il miglior sindaco che Saronno ha avuto negli ultimi 25/30 anni. Ciò che mi preoccupa non è la persona in sé tanto meno le sue idee, sempre moderate e di buon senso, ma i collaboratori che si è scelto….
    Sinistrosi a parte, chi d’altro? Fagioli? … una totale delusione ! Ha avuto una possibilità enorme …l’ha sprecata malamente, inadeguato.

  9. Ma cosa c’entra il cattolico Gilli con la compagnia radicaleggiante?
    Come sconfessare una vita intera in un pomeriggio

  10. Aspetti: c’è anche una lista civica dal contenuto eminentemente saronnese, che guarda esclusivamente ad un progetto di amministrazione della città, senza impegni per la politica nazionale. Le alleanze sono indispensabili nell’attuale situazione di frammentazione. Ne abbiamo viste di tutti i tipi e colori. D’altronde, consideri che il PD è la risultante dell’unione di ex comunisti e di molti ex democristiani, acerrimi avversari fino al 1989… Per quanto mi concerne, io mantengo i miei principi e i miei valori, così come tutti coloro che con me partecipano a questa campagna elettorale. A livello locale non si hanno competenze sulle grandi questioni etiche, riservate al Parlamento. Quel che conta è il comune progetto amministrativo. Basta il buon senso, poiché comunque la città dev’essere governata anche in un’epoca in cui le ideologie si sono liquefatte. Buona giornata.

    • Aspetti un attimino: Quindi l’accozzaglia politica è dovuta e ben accettata purchè portino voti…. bella filosofia politica la sua… in pratica rappresentate il centro con il buco intorno.. e non è un errore di battitura!!! Mai i politici sono tutti così, non gliene faccio una colpa. Così fan tutte!!!Buona domenica.

Comments are closed.