Home Città Giovani in piazza monito di Banfi: “Mascherina e distanze sono importanti. Siate...

Giovani in piazza monito di Banfi: “Mascherina e distanze sono importanti. Siate responsabili”

388
12

SARONNO – “Con l’occasione della prima serata estiva di negozi aperti sono stato tra i saronnesi che hanno deciso di passare la serata in centro”.

Inizia così la nota del consigliere comunale indipendente Francesco Banfi: “Arrivato alle 21 ho incontrato il candidato Pierluigi Gilli con cui, dopo una passeggiata, insieme ad alcuni amici ci siamo fermati al tavolino di un bar: si è parlato del più e del meno, ma anche di come fosse bello vedere il centro città riempirsi in special modo dai giovani. Purtroppo il successivo acquazzone ha costretto tutti ad una malparata rifugiandosi sotto balconi o portici e, una volta spiovuto, la piazza era letteralmente invasa da giovanissimi”.

Banfi si concede però un monito ai ragazzi: “Bello poter vivere lo svago e la vacanza, ma, permettetemi, ragazzi, soprattutto in questo momento per tornare alla normalità servono responsabilità e altruismo declinati nel seguire le regole: è importante indossare la mascherina e mantenere la distanza. So che è difficile, in particolar modo alla vostra età, ma siete il futuro che deve pensare a sè stesso e anche al presente, fatto delle vite e della salute di ciascuno di noi. Bene uscire, ma prima siate responsabili. Fate in modo di dimostrare che non serve sempre la coercizione!”

26062020

12 Commenti

    • Ognuno ha il proprio modo di dire le cose ma il concetto è importante e se ci scherziamo su si rischia di invalidare il messaggio e di farlo passare come non vero.

      • Certo, il concetto è importante, ma spiegarlo in questo modo a dei ragazzini crea l’effetto opposto.

    • La sua è una frase da irresponsabile. Non conosco questo consigliere ma gli do atto di essere l’unico uomo delle istituzioni saronnesi che abbia avuto la forza e l’intelligenza di dire ai giovani saronnesi che così non va.
      E non va proprio! Giro a Saronno e vedo decine di persone sotto i 25 anni che violano tutte le regole (in Lombardia!) e che stanno preparando ai loro nonni e genitori un allegro ritorno del virus.
      E’ meglio quindi che lei rifletta un po’ prima di replicare a Banfi con queste sciocchezze.

  1. Questa segnalazione è molto importante dato che siamo ancora in pandemia, come evidenziato dai vari focolai in tutta Italia. Purtroppo tra i giovanissimi non viene sentita questa emergenza (vedi tavolinetti bar in Piazza) che è ancora in atto.
    La vera fase 2 sarà quella in cui avremo a disposizione, finalmente, la cura e/o il vaccino, che ad oggi ancora non abbiamo.

    • Però scusatemi il solito discorso dei giovani ha un po’ stancato…saranno nipoti, figlio, conoscenti di qualcuno questi giovani oppure è un’entità astratta che non ha imparato da nessuno?

      • No il discorso non è contro i giovani, i vecchi, le donne, gli uomini, …
        Il fatto è che la minaccia del Covid è ancora ben presente, purtroppo.
        La mia famiglia è stata colpita come molte di BG da un lutto legato a questa pandemia ed anche il mio lavoro, svolto presso ditte di molte zone d’Italia è stato pesantemente danneggiato dai numeri della Lombardia (siamo visti come appestati).
        Vorrei solo che altre persone non venissero colpite negli affetti ed economicamente come è capitato a me.

  2. Così come cambiano gli orizzonti del teatrino politico locale cambia repentinamente anche il modo di approccio con le generazioni che andranno al voto nel prossimo settembre. Elargire moniti paternalistici, dietro evidenti suggerimenti, non fa che rispecchiare il vero obiettivo a cui si vuol arrivare. Ascoltare e discernere le argomentazioni proposte è parte delle prerogative di ogni cittadino libero da lacci e laccetti.

  3. Un giorno quei giovani saranno paternalistici ed elargiranno moniti con gli stessi obiettivi.
    Un po’ come paternano oggi i giovani di ieri.
    Quindi in sostanza l’educazione, cultura, è sempre quella che viene insegnata.

Comments are closed.