MISINTO – Una parata di trattori fuori dal cimitero, le strade del paese chiuse per permettere ai misintesi di radunarsi, rispettando le distanze di sicurezza, per l’ultimo saluto a Bruno Piuri. Solo le immagini che resteranno scolpite nella memoria della comunità dell’ultimo saluto al misintese di 58enne morto perchè raggiunto da 5 colpi sparati dal vicino di casa 82enne.

Toccante al termine dell’omelia il ricordo della figlia Francesca: “Ha sempre preferito gesti alle parole, eri sempre meraviglioso ad aiutare gli altri sia in famiglia che nella vita. Il tuo lavoro era la tua passione, amavi la tua terra e quest’anno eri particolarmente orgoglioso dei risultati del tuo lavoro. Non solo papà e marito speciale, ma fratello, amico e collega speciale. Anche se quel mostro ti ha portato via da noi non cancellerò mai il ricordo di quello che hai sempre fatto per noi e della persona grande che eri. Sarò sempre orgogliosa di essere tua figlia e lo dirò sempre con orgoglio”.

Intenso il ricordo della banda presente ancora con delegazioni del comprensorio insieme a tante autorità: “Ciao presidente, anche se più di tutto eri un amico ed un fratello. Sempre buono e disponibile, ricordiamo quando ti abbiamo chiesto dieci anni fa di fare il presidente. Da giovani tu e Giovanna (la moglie ndr) suonavate il clarinetto e forse per quello il tuo rapporto con la banda è stato fantastico. Qualcuno pensa che una persona non può morire finché lascia qualcosa in sospesa ma tu ne hai lasciati troppi e sarà dura andare avanti senza la tua guida. Ti dedicheremo ogni brano finché suoneremo. Nell’ultimo viaggio indossi la maglietta della banda ed è un onore per noi, un dovere onorarlo”.

27062020