ORIGGIO – Si è conclusa in parità la partita a bocce tra il sindaco Mario Ceriani e il parroco don Riccardo Pontani che ha inaugurato domenica il secondo lotto del nuovo parco dell’infanzia in via Piantanida. Non si è trattata di una vera e propria inaugurazione. Per le misure di sicurezza l’Amministrazione comunale ha deciso di aprire l’area con un momento dedicato a grandi e piccoli ma senza taglio del nastro che sarà realizzato appena le norme anticovid ed anti assembramento lo permetteranno.

D’altra parte l’area verde era pronta e dopo tanti mesi difficile chiusi in casa era importante aprirla e renderla fruibile a grandi e piccoli. Così senza formalità ma con tanta voglia di vivere il paese e la comunità si è pensato a due momenti come occasione per invitare gli origgesi, senza assembrarsi e mantenendo le distanze, potessero vivere e imparare a conoscere il nuovo spazio. Il programma è iniziato alle 16,30 con uno spettacolo di magia che ha visto i piccoli, ben distanziati, rimanere a bocca aperta davanti a trucchi e illusioni. A seguire la sfida a bocce tra sindaco Ceriani e il parroco don Riccardo che si è conclusa in parità per un impegno del sacerdote. Insomma un pomeriggio semplice che ha permetto a tante famiglie di familiarizzare con l’area verde dove hanno trovato spazio giochi per i bimbi dai 4 anni in su.

30062020

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.