SARONNO – Forza Italia scende in piazza anche a Saronno come nel resto d’Italia per una raccolta firme a sostegno del Presidente Silvio Berlusconi alla luce del “caso Franco”, un fatto, dichiarano gli azzurri che “riabilita totalmente la figura dell’ex Presidente del Consiglio vittima di una persecuzione giudiziaria”. Gazebo in molte piazze italiane con una raccolta firme per chiedere che il Presidente della Repubblica Mattarella nomini Berlusconi Senatore a vita “un atto dovuto dopo essere decaduto da Senatore a nostro avviso ingiustamente” dichiarano gli esponenti di Forza Italia.

Il gruppo Saronnese al gran completo intorno al commissario cittadino Agostino De Marco e all’assessore Mariassunta Miglino ha spiegato ai saronnesi anche i propri punti per il rilancio della città in vista delle elezioni previste per il 20 settembre prossimo. “Gli ideali di Forza Italia si basano sulla libertà,la partecipazione e la sussidiarietà e il nostro programma darà a Saronno una spinta innovatrice migliorando di gran lunga ciò che fino ad oggi è stato fatto per la città” concludono gli azzurri saronnesi.

18 Commenti

  1. Libertà, partecipazione e sussidiarietà….
    Belli questi ideali però difficile realizzarli con la”lega x….”di Saronno

    Paolo Enrico Colombos

  2. la mascherata c’è le mascherine molto meno. Il solito parlare bene e razzolare male, tipico di FI.

  3. Ma sono scesi in piazza per raccogliere le firme per il loro “guru” o per improvvisare una capatina di campagna elettorale cittadina?

  4. Il commissario cittadino di FI dovrà pur decidere quanto prima di rendere pubblica la posizione di FI per le prossime elezioni cittadine: Sosterrà Gilli e il suo nuovo raggruppamento? Sosterrà Obiettivo Saronno? Sosterrà Airoldi? O in alternativa individuerà un proprio candidato? O alla fine darà il proprio sostegno ancora una volta ad una lega sempre più distonica con la cittadinanza?

  5. Forza Italia ha una buona squadra costruita su dei “condottieri” che possono portare un po’ di voti: Miglino geazie allla popolarità come assessore, Silighini che ha preso 400 voti 5 anni fa e De Marco che quei 150 voti li porta. Se i nuovi candidati sono cavalli di razza e portano 30 voti possono arrivare anche al 10%. Vale la pena allearsi con la lega o meglio correre senza magari uniti a liste civiche e i partiti di centro magari anche con Credentino e fratello d’Italia ?

Comments are closed.