SARONNO – Con una toccanti missiva il collegio docenti dell’istituto comprensivo Ignoto Militi si è congedato alla preside Anna Rossato e alla preside Elena Stefani che lasciano la struttura di via Antici.

A conclusione del nostro ultimo Collegio Docenti desideriamo rivolgervi un breve ma sentito saluto, con emozione e riconoscenza.
Anna ed Elena, due persone profondamente diverse tra loro, ma che sono riuscite ad essere complementari.
Anna pacata, riflessiva, lungimirante, un fuoco lento che illumina e mai si spegne. Elena vulcanica, instancabile, curiosa, una scintilla sempre accesa.
Insieme, possiamo dirlo, avete guidato con grande competenza il nostro Istituto in questi anni.
Diverse e complementari, ma con delle affinità.
Una grande professionalità, con la quale avete interpretato il vostro lavoro mettendo in gioco voi stesse senza filtri, distribuendo, a chi sapeva cogliere, senso di responsabilità, dedizione, precisione, costanza, empatia, seminando l’importanza di una cultura personale, l’etica del lavoro.
Amore per la cultura e la ricerca….con quanti corsi di formazione e aggiornamento vi siete arricchite e ci avete arricchito nella vostra carriera?
Il rispetto per tutti. Rispetto per il personale e per gli alunni.
Rispetto che si traduceva in disponibilità a lasciare la porta della presidenza aperta, ad ascoltare le ragioni di tutti, nelle numerose questioni che caratterizzano la vita della scuola. Rispetto che si rivelava nell’attenzione dedicata ad ogni singolo alunno delle nostre scuole, spesso sorprendendoci per il modo in cui riuscivate a ricordarli tutti, a cogliere con grande acutezza e sensibilità la situazione di ognuno.
Da ultimo il sincronismo. Contemporaneamente avete deciso di fermarvi e di iniziare un nuovo percorso nelle vostre vite, nel quale, siamo certi, scriverete tante altre bellissime pagine.
L’obiettivo più grande del proprio lavoro e della presenza in una comunità crediamo sia quello di contribuire a renderla e, alla fine, lasciarla, migliore di come la si è trovata.
Voi ci siete riuscite.
Grazie Anna, grazie Elena per la scuola che ci lasciate.

3 Commenti

  1. Due presidi su tre delle scuole proprietà del Comune che lasciano gli istituti.
    A Settembre con le norme antiCovid e le relative responsabilità sarà un disastro.
    Speriamo in un altro anno di Didattica a Distanza (da settembre) per il bene e la salute dei nostri figli.

    • La didattica a distanza, soprattutto se fatta alla scuola primaria, pecca di valori ed esperienze importantissimi per la sana crescita dei nostri figli. Manca il contatto e il controllo diretto dell’insegnante, manca Il confronto con i compagni, manca in quello che forse è uno degli aspetti fondamentali per un bambino…la socialità! Bisognerebbe NON augurarsi una didattica a distanza, si dovrebbe anzi auspicare che i dirigenti scolastici uscenti facciano del loro meglio per lasciare il 1/9 al loro successore una scuola già pronta ad accogliere i nostri bambini!

  2. È un peccato che due dirigenze siano ora scoperte in questi tempi difficili. Nel ringraziare le professoresse Rossato e Stefani nonché il professor Pace per loro lodevole operato nelle scuole cittadine ci auguriamo che possano arrivare altri dirigenti, altrettanto validi, e per una didattica possibilmente in presenza. La scuola deve ripartire a settembre, con il sostegno di tutti.

Comments are closed.