SARONNO – Dopo la mattinata di incontri con i cittadini e con le associazioni che vivono il quartiere della Regina Pacis questa sera il candidato sindaco Augusto Airoldi sostenuto da Pd, [email protected] e Airoldi sindaco ha dato vita al primo incontro pubblico della campagna elettorale.

Nella maxi aiuola davanti allo stadio Colombo Gianetti, con il pieno rispetto delle normative anti-covid (dalle distanze di sicurezza alle mascherine), Airoldi ha potuto, per la prima volta, incontrarsi e confrontarsi coi saronnesi. Un momento che attendeva da tempo e di cui aveva parlato più volte (anche nella presentazione della sua candidatura) per condividere il proprio programma ma anche per iniziare un’attività di ascolto dei saronnesi. E così è stato.

Airoldi ha rotto il ghiaccio parlando dei riscontri avuti dalle associazioni del quartiere che gli ha permesso di vedere da vicino il lavoro di chi opera al servizio della collettività. Forti i dati emersi come quelli del raddoppio dei bisognosi nel post covid registrato dalle realtà che operano nel quartiere “malgrado l’assessore alla partita abbia detto che le richieste siano notevolmente ridotte”. Spazio anche all’idea di città di Airoldi “dove Amministrazione e cittadini collaborino insieme per trovare le risposte giuste alle difficili sfide che arrivano”.

Non sono mancati i problemi segnalati dai presenti: dai continui allagamenti della strada dovuti a problemi di caditoie e da scarsa manutenzione, dalla studentessa che ha chiesto più spazi per la biblioteca “per studiare ma anche per pranzare” alle criticità sulla viabilità del quartiere.

A catturare l’attenzione dei presenti fin dai primi minuti dell’incontro la presenza di una sedia vuota con una fascia tricolore: “E’ per il sindaco Alessandro Fagioli – ha spiegato Airoldi – l’ho invitato ad essere con me nei quartiere ad ascoltare i saronnesi ma non c’è stata risposta. La sedia però possiamo usarla lo stesso perchè in fondo ogni cittadino è il “primo” che può dare il contributo all’Amministrazione per migliorare Saronno”

Tra i presenti alla serata molti componenti della coalizione da Francesco Licata a Franco Casali agli esponenti della nuova civica Airoldi sindaco. Presenti anche gli esponenti di alcune delle associazioni che il candidato sindaco ha incontrato in mattinata.

08072020

7 Commenti

  1. “sedia vuota”

    e ti credo il Reuccio altezzoso e silente quando mai si confronta, non lo fa con i cittadini figurarsi con un candidato.

  2. Io ho sempre votato centro sinistra e voterò lei. Però devo dirle che in queste teatralità della sedia vuota non mi ci ritrovo. Mi ha fatto ricordare la favola di Esopo della volpe che invita a cena la cicogna e, canagliescamente, le serve una minestra… perdipiù in un piatto. Fossi stato io il sindaco anch’io avrei rifiutato il suo invito, andiamo.
    Forza Airoldi, sono stufo di cemento e palazzi, vorrei una mobilità leggera, vorrei un Saronnese integrato, però non si lasci andare a queste teatralità inutili il cui gioco è fin troppo scoperto.
    Ne ho viste fin troppe: mariegorettiane che distribuiscono gigli, obbiettivisti che”vorrei, non vorrei” con l’ex asilo di via Manzoni, candidati/e con al collo un “Saronnononsiferma” in pieno Covid.
    E non butti via la campagna elettorale a far polemica con l’amministrazione. Parli di lei, della sua visione, di cosa vuol fare. Il resto verrà da se.

Comments are closed.