SARONNO – Sono stati tanti i saronnesi che hanno aderito alla GazzettaMarathONE, l’iniziativa della Gazzetta dello Sport che nel week-end del 4 e 5 luglio ha fatto correre runner professionisti e non in tutta Italia, nel nome della solidarietà.

A tenere il vessillo della città degli amaretti per questa iniziativa nazionale, c’era la Fondazione CLS, una delle poche selezionate dal quotidiano in rosa. “Sappiamo quanto la Fondazione CLS si meriti questo riconoscimento, visto che organizza tutti gli anni la Strasaronno, una corsa in grande stile, che raccoglie sempre 2.000 partecipanti, con testimonial importanti come Giusy Versace, che anche questa volta ha voluto fare da madrina.

La GazzettaMarathone è un’idea nata per far correre, all’indomani della fine del lockdown, nel rispetto del distanziamento. Una gara per tutti, professionisti, famiglie, bambini, anziani, disabili, dove l’incasso viene integralmente devoluto alle Organizzazioni No Profit, in quello spirito di solidarietà che ha unito ancora di più tutti gli italiani nel momento difficile dell’emergenza sanitaria.

Ognuno poteva correre dove, come e con chi voleva. La meravigliosa macchina della Gazzetta dello Sport ha offerto pacchi gara interessanti, dirette video sul sito e aggiornamenti in tempo reale, come nelle vere grandi manifestazioni sportive. Anche se distanziati, ci siamo sentiti tutti uniti in un grande disegno solidale.

Il denaro raccolto dalla Fondazione CLS attraverso la GazzettaMarathone, sarà utilizzato dall’associazione saronnese sempre in nome dello Sport, per la realizzazione di una palestra per disabili, all’interno del grande progetto “Distretto Innovazione Sociale Solidale”. Ancora una volta il connubio Sport e Solidarietà è risultato vincente fino in fondo!

(foto della corsa)

08072020