SARONNO – Sono riprese ufficialmente le gare d’atletica. Ecco il bilancio dello scorso weekend.

A Tradate vanno in scena tutti. Pioggia di personali e belle prestazioni in un contesto reso difficile dalle misure di sicurezza. Apre Maddalena Meroni che stampa personale e minimo per i campionati italiani, così alla prima uscita 1.05.89 Seguono i velocisti: il più veloce di giornata è Mattia Antonietti che corre i 100m in 11.40 a soli 3 centesimi dal minimo U18 italiano Seguono Verga Luca 11.60, Denti Gianluca 11.70 e l’astista Davide Moriggi in 12.59 100 al femminile guidati da Giorgia Marcomin in 12.61, poi Roberta Raviotta 13.22 ed Irene Sostero 14.20

400 maschili frizzanti Guida il veterano Lorenzo Donati con 49.54 che si porta a casa anche la manifestazione Sale sul podio anche Edoardo Luraschi con il nuovo personal best di 50.32 Bene Mattia Francescon lì vicino a 51.24 tallonato da Luca Mantegazza in 51.28 e Bellitti Simone 52.41 Seguono Sala Riccardo 53.29, Accettulli Riccardo 55.38, Meroni Gabriele 58.25, Lorenzo Corraro 1.01.25 ed Enrico Cavaliere 1.02.21.

Solo personali nei 400m al femminile! Angelica Buffoni 1.01.12, Iris Lazzarin 1.03.66, Irene Robbiati 1.03.68, Laura Luinetti 1.05.06, 1.09.21 per Elena Pecchini e 1.13.61 per Cristina Mantegazza.

Nella splendida location di Nizza salta ancora fortissimo Claudia Ricci che non valica i 4.00m nel salto con l’asta ma si “ferma” a 3.91 dimostrando comunque tanta solidità. Nella giornata di sabato a Nembro Lorenzo Bruschi tira il giavellotto a 57.30m guadagnandosi la prima piazza nella manifestazione bergamasca.

E di nuovo Giorgia Marcomin che a Nembro corre i 100hs stavolta nel tempo di 14.07 togliendo quasi 4 decimi di personale e più di mezzo secondo ad un record societario vecchio di vent’anni. Minimo per i campionati di categoria, quelli assoluti ed a soli 7 centesimi dal minimo per i mondiali di categoria

1 commento

Comments are closed.