SARONNO – Lunedì 27 febbraio tornerà in azione il Centro Ambientale Mobile, una vera e propria piattaforma ecologica, nata dalla collaborazione con Amsa ed Econord nell’ambito del nuovo appalto, che aiuta i saronnesi a conferire quei rifiuti che non sono oggetto di raccolta domiciliare.

Un servizio migliorativo introdotto con il nuovo appalto rifiuti per aiutare i cittadini ad un più semplice smaltimento di alcuni tipi di Raee, i rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche. La piattaforma ha già fatto, malgrado l’interruzione per il lockdown, il giro dell’intera città tanto da tornare al quartiere di partenza il Prealpi.

Lunedì 27 luglio dalle 8 alle 12 il mezzo e gli uomini di Amsa saranno pronti ad accogliere i saronnesi e differenziare e smaltire i diversi articoli interessati dal progetto ossia tv e monitor non a tubo catodico fino a 21 pollici, telefoni cellulari, computer, stampanti, giochi elettronici, aspra polveri, tostapane, asciugacapelli, ventilatori, sveglie, rasoi, navigatori, strumenti musicali elettronici di piccole dimensioni, apparecchi audio-video, apparecchi audio-video, apparecchi di illuminazione e piccoli elettrodomestici in genere, lampadine a basso consumo, neon, lampade fluorescenti e a led.

“Sono molto soddisfatto dell’accoglienza di questo progetto – spiega l’assessore all’Ambiente Gianpietro Guaglianone – il Centro Ambientale Mobile è stato utilizzato da molti saronnesi che hanno colto l’occasione per smaltire in modo corretto anche rifiuti molto vecchi. Continuiamo così e facciamolo diventare una bella abitudine”.