SARONNO – Con il mese di luglio agli sgoccioli Saronno Servizi dilettantistica traccia un bilancio dell’avvio della stagione estiva. “Siamo stati i primi a riattivare i vari servizi – spiega Katia Mantovani Amministratore Unico della società che si occupa degli impianti sportivi – e malgrado questo siamo riusciti a dare una risposta alle diverse esigenze degli utenti ed anche delle normative covid davvero molto stringenti”.

Un’attenzione alla sicurezza che non viene meno con il passare dei giorni e delle settimane: “Sia in vasca sia negli spazi del centro estivo continuiamo ad avere grande attenzione. Il personale, gli istruttori ma anche gli stessi utenti danno il proprio contributo perché l’estate viva di tutti i suoi spazi e momenti ma in assoluta sicurezza”.

“Il rispetto delle regole – continua Mantovani – è molto impegnativo sul fronte dei costi e dell’impegno organizzativo che chiede a tutta la struttura. Basta pensare che dobbiamo limitare gli ingressi in vasca in contemporanea. Abbiamo gestito ogni aspetto, compreso lo spazio verde con la creazione delle piazzole per cercare di offrire l’opportunità al maggior numero di saronnesi di vivere al meglio quest’insolita estate”.

Promosso a pieni voti, da bimbi e genitori, anche il centro estivo: “Anche qui l’organizzazione è importante abbiamo diverse location per rispettare il distanziamento ma questo non ostacola il divertimento per i partecipanti che trascorrono le giornate tra piscina, Paladozio, Palaexbo ed escursioni nei parchi cittadini”.

2 Commenti

  1. Un po` di realta` non guasta, siamo uno dei comuni che meno ha fatto in questo campo. Campo estivo ridotto al lumicino come posti. Fondi del Governo per aumentare le possibilita` dei campi estivi ignorati… queste le capacita` saronnesi!

    • Se confrontiamo con quello che hanno fatto i sindaci di comuni più piccoli del circondario ci si rende conto che Saronno ha fatto meno e questo non è accettabile visto che si poteva accedere a fondi ad hoc, ma ovviamente bisognava progettare e documentare, i nostri amministratori dovevano fare di più.

Comments are closed.