SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo il messaggio di una 35enne saronnese in merito ai servizi comunali contingentati per effetto dell’emergenza coronavirus.

Gentile direttrice,
Le scrivo questa breve nota nella speranza che Lei possa dare spazio al mio rammarico. Ho bisogno di un certificato e volevo recarmi in Comune per ritirarlo approfittando per chiedere anche qualche informazione aggiuntiva. Ho chiamato per sapere come funziona l’accesso e mi han che era necessario prenotare. Ho chiamato l’ufficio e la prima data utile era tra 15 giorni. Ma davvero? Con tutto quello che è successo, con tutti i problemi che ha la città è necessario aspettare due settimane per accedere ai servizi comunali? Ricordo di aver letto su IlSaronno su articolo in cui il sindaco rispondeva alle criticità promettendo un’app.

Tengo a precisare che il personale è stato gentilissimo e molto disponibile ma…

Saronno, i saronnesi e l’intera comunità hanno attraversato un momento difficile non sarebbe il caso di semplificare e di aiutare tutti a ripartire? Sono aperti cinema e teatri non è possibile rendere più agevole l’accesso al Municipio dove si va per necessità?

Grazie per l’attenzione e lo spazio dedicatomi la saluto con la speranza che arrivino risposte concrete e non polemiche o promesse vuote.

6 Commenti

  1. Non c’è da meravigliarsi del comportamento del sindaco. Così come la stampa locale viene imbavagliata, l’accesso ai servizi comunali sono contingentati solo con prenotazione, rendendo disagi ai cittadini per non applicare un criterio che negli altri uffici pubblici alla prenotazione permettono anche l’accesso coordinato rimodulando l’organizzazione del servizio degli sportelli, potenziandoli con chi è stato autorizzato a lavorare da casa.

  2. Quando andrà su la sinistra cambierà tutto in meglio, abbiate pazienza fino a settembre

    • Chi può dirlo, certamente peggio di così forse neppure se tornano gli attuali Fagioli & Co.

Comments are closed.