SARONNO – Anche a Saronno arriva “AZIONE”, partito che, si legge sul comunicato stampa “promuove un’economia sociale e di mercato, ecologicamente sostenibile e volta primariamente al progresso della società. Azione mira alla tutela dei valori
fondamentali della democrazia liberale, dello stato di diritto, della libertà personale ed economica, della solidarietà
sociale e dello sviluppo sostenibile. Riconosce inoltre il ruolo essenziale dello Stato nel contrasto alle fragilità del
tessuto sociale ed economico”.

Silvio Barosso è il neo-designato referente saronnese di “Azione”, che spiega: “Azione si propone come un’alternativa ragionevole per tutti coloro che si riconoscono in un modello di
governo serio, attento tanto alle persone più fragili quanto al rilancio economico del territorio. Al centro della nostra attenzione poniamo quelle che dovrebbero essere le funzioni principali dell’amministrazione: Scuola, Salute e
Sicurezza. La Scuola è una componente fondamentale dello Stato e richiede all’amministrazione locale un grande sforzo a supporto di operatori e istituti, al fine di garantire a tutti i genitori l’accesso alla formazione dei loro figli, compatibilmente con il loro lavoro e a prescindere dal loro reddito e dalla loro appartenenza sociale. La Salute è da intendersi in senso ampio, come benessere psico-fisico dei cittadini. Richiede prevenzione e assistenza continuativa dei malati, con un occhio di riguardo
per le popolazioni più fragili, in particolare bambini e anziani. La Sicurezza, infine, è resa possibile dagli investimenti nel decoro urbano, dalla vitalità del tessuto economico, dai controlli efficaci delle forze dell’ordine e – ancora una volta – dall’educazione.
Sfortunatamente, questi temi sono spesso trascurati o ridotti a slogan. Occorre invece, ancor più oggi, in considerazione della crisi causata dal COVID-19, raccogliere al più presto le competenze necessarie a governare la città in modo serio ed efficace”.
Azione presenterà dei propri candidati per il consiglio comunale e sosterrà la candidatura di Pierluigi Gilli alla carica di sindaco, all’interno di una lista che comprenderà anche candidati appartenenti a Italia Viva e +Europa.

03082020

12 Commenti

  1. A me sembrano temi più di respiro nazionale e regionale più che comunale. Sicuri che avete ben chiare le problematiche di Saronno?

  2. Da un angolatura di centrosinistra nutro attenzione e vicinanza a Calenda e ne condivido la visione politica nazionale.
    Avrei preferito che Azione (il cui riferimento è al Partito d’Azione) non si fosse schierata in queste elezioni saronnesi, né con Gilli né con Airoldi, né con altri.
    Io penso che la missione di Calenda e di Azione vada esplicata, in totale autonomia di pensiero, sul piano nazionale, laddove imperversa il sovranismo di destra e il populismo incompetente del M5S.
    Mettere (ora) il piede in una coalizione elettorale locale (con Italia Viva?) significa un po’ già perdersi.

  3. Saronno di qui, Saronno di la’, ti amo Saronno, si vendono libri, aspettiamo sempre con ansia le pentole…
    All’ultimo minuto ci si buttato tutti, tando dietro ci sono sempre i “soliti”

  4. Quando i sondaggi rilevano numeri incerti indicati per la propria cordata, per sbrogliare la matassa degli interrogativi, si alimentano i dubbi, le perplessità facendo confluire metodicamente l’elettorato in una confusione generale, generando indifferenza ed apatia per la politica locale. Sono giochi abilmente strutturati senza avere rispetto per chi crede ancora nella serietà e nella credibilità delle Istituzioni.

  5. Io sono tesserato di Azione e non sostengo un bel niente.

    Se questa è l'”Azione” sul territorio mi sa che anche alle prossime politiche tornerò a votare altro.

Comments are closed.