SARONNO – “Adesso basta prendere in giro i ragazzi! I giovani sono sulla bocca di tutti i politicanti saronnesi, gli stessi che per anni non hanno mai cercato il confronto o la valorizzazione delle nostre istanze ma che, ipocritamente un mese prima delle elezioni, diventano il centro di tutti i programmi. Non sono stato abituato a parlare di persone o fatti in anonimo come vedo in certi commenti di nostri avversari politici, ci metterò la faccia mostrando le bugie che ho sentito nelle ultime settimane”.

Sono le parole di Luca Davide giovane candidato della lista Obiettivo Saronno che fa il punto sul fronte “giovani” a partire dalla sua esperienza.

L’obiettivo generazionale di aiutare la formazione di preparati e giovani nuovi amministratori” chi ha scritto questa frase è risaputo, l’avvocato Gilli, classe ’56 e candidato Sindaco a Saronno in ogni tornata elettorale dal 1999, quando è stata fatta questa dichiarazione lo potete decidere voi, perché ogni 5 anni il pensiero del candidato di Azione, IV e +E (ex FI, UI, UDC, Partito dei pensionati ecc…) dice che la sua priorità è lasciare spazio ai giovani e ovviamente continua a imporsi tagliando gli spazi a tutti i giovani senza proporre nulla di davvero giovanile (se non, forse, per un giovane degli anni ‘80). L’unica cosa che ha fatto per i giovani in 10 anni di mandato è l’istituzione di Spazio Anteprima, esperienza assolutamente positiva nata per cercare di contrastare il Telos e instaurare delle politiche giovanili che sono state assenti per tutta la sua amministrazione.

Sentire invece l’assessore Dario Lonardoni che lavorerà per i sogni dei giovani mi infastidisce particolarmente.
La visione dei ragazzi come esseri fatati e sognatori senza poi veri bisogni pratici mi fa particolarmente ridere. La sua idea per ascoltare il pensiero dei giovani è quello di unirsi al popolo della famiglia? Il partito con meno visione del domani, conservatore e a mio parere il più lontano da ogni ideale giovanile. Perché in questi 5 anni di amministrazioni non avete invece creato un consiglio comunale dei giovani? Proposta di Obiettivo Saronno presentata alla città già a novembre all’incontro dei giovani.

La cosa che mi ha più fatto arrabbiare è però il comunicato di F.I. a firma Marri, mio “coscritto” ventenne. Le sue proposte sono state: 1) più posti in biblioteca 2) spazio anteprima 3) rilevanza ad eventi culturali come il Saronno rock’n’beer 4) informagiovani
Tralasciando il fatto che le proposte sono strumentali solo a cosa che già ci sono e nulla di nuovo per Saronno ci tengo a dire che: 1) l’assessore Mariassunta Miglino militante nel suo stesso partito
ha dichiarato che dal sondaggio da lei fatto i ragazzi sono soddisfatti della biblioteca, per quale motivo ora invece la biblioteca avrebbe dei problemi? Come vigilerete i temuti immigrati dei paesi vicini che il vostro candidato sindaco Fagioli ha espresso come principale problema della biblioteca?
2) sul progetto Spazio Anteprima saprà bene che è stato “chiuso” durante l’amministrazione Fagioli e che il nuovo spazio è invece pronto da mesi ma che ancora non si sa nulla, state aspettando forse che sia una formula di mera campagna elettorale invece di lavorare attivamente, in quanto amministratori della città, per il bene di Saronno? Ho fatto parte di alcune attività del Tassello come Bandzilla e la gestione delle feste private, vedere che non ci sia un’interlocuzione con chi ha già depositato un progetto per il nuovo spazio o che non sia uscito un bando per la gestione della sede in via Avogadro mi rammarica.
3) il Saronno Rock’n’ Beer l’ho organizzato il primo anno insieme a Gabriele Davin lasciando poi il mio posto per la seconda edizione ai ragazzi di Fever Art (collaborando solo come musicista). Volete promuovere eventi giovanili in città imponendo di limitare la musica alle 23 oppure aspettando che qualcuno vi proponga qualche evento giovanile e a quel punto decidere di
patrocinarlo o meno oppure organizzerete qualcosa anche voi? Per quanto frequentato anche dai ragazzi eventi come la feste di Sant’Antonio, festa storica e folkloristica saronnese, non sono
incentrati su un pubblico giovane, i ragazzi frequentano comunque questi eventi perché uniche attività sul suolo saronnese, non serve per forza una particolare lungimiranza. Basterebbe frequentare il falò di Natale di Misinto per comprendere che, con un semplice fuoco, si possono attirare migliaia di ragazzi da tutto il Saronnese se è presente una vera idea e un progetto forte.
4) se il modo di valorizzare l’informagiovani che avete in testa è relegarlo in spazi imboscati della biblioteca vi chiedo per piacere di non metterlo neanche nel vostro programma perché i giovani non si allontanano dalla politica perché ignoranti, sognatori o disinteressati; si allontanano perché stufi delle continue bugie di chi vorrebbe fare carriera invece di aiutare la cittadinanza.
La lista di cui faccio parte presenterà 6 candidati giovani, e per giovani intendo under 30 non i giovani 40enni, perché se davvero una lista crede nei ragazzi, li mette in prima linea.

18 Commenti

  1. Un consiglio…abbassa un pochino le alette!!!
    In campagna elettorale, e non solo, serve un minimo di rispetto.
    Mai attaccare così pubblicamente!!! È sinonimo di paura da parte di chi ha argomenti “acqua e sapone”
    Oltre al rispetto, serve anche umiltà!!!!

    • Un commento anonimo in cui si dice ad un candidato consigliere che ci mette la faccia che parlare in maniera troppo schietta è sinonimo di paura…

      Mi fa già ridere così 😆

      • non sono della lega o fdi….non sono nemmeno iscritto ad un partito…e per di più, visti i candidati (uno peggio dell’altro) non andrò nemmeno a votare.
        Penso che sia lecito esprimere la propria opinione rimanendo anonimi, altrimenti il mio commento sarebbe stato diniegato dagli amministratori del sito. Anche se le dico sono “pinco pallo” al 99% mi risponderà “piacere, ma non so chi sia!!!”

        Detto questo, ribadisco che data la giovane età del candidato consigliere (Luca Davide) dovrebbe avere più rispetto per gli altri candidati.

        • Sì. È ovviamente lecito esprimere la sua opinione in anonimo. Lei ha espresso la sua, io la mia. È molto strano però che un anonimo dica ad un candidato consigliere che metterci la faccia e parlare in maniera troppo schietta sia sinonimo di paura.
          Se è abituato a leggere i commenti su Il Saronno avrà capito che, semplicemente per il rispetto che chiede anche lei, io sono abituato a firmarmi. E se è abituato a leggere i commenti su “Il Saronno” avrà forse notato che il mio tono cambia completamente quando trovo un interlocutore che voglia prendersi la responsabilità di ciò che dice (non gli ho mai detto “piacere ma non so chi lei sia”).
          Un’ultima cosa: Il rispetto è indipendente dall’età.

  2. Luca ho letto quanto hai scritto, non è così, sei informato male, e poi non è detto che altre liste non ci sono giovani, ci sono e forse più di obiettivo, ora si è in campagna elettorale ed ogni dichiarazione va interpretata, ci vogliono i contenuti anche da parte dei giovani, che sono pochi,

  3. Ogni 5 anni la stessa sceneggiata: farò da guida ai giovani e la prossima volta non mi ricandiderò. E dopo 5 anni puntualmente li vediamo sui manifesti.
    Se c’è una cosa odiosa per la nuova generazione è l’ipocrisia.

  4. Non spetta ai ‘vecchi’ promuovere i giovani.
    Spetta ai giovani studiare, concretizzare idee, fare gruppo e scalzare i vecchi marpioni. È sempre stato così, non aspettatevi favoritismi leccando qualche deputato, senatore, consigliere regionale o assessore.
    ORGANIZZATEVI e AUTODETERMINATEVI

  5. Quanto scritto da questo giovane dichiaratosi sostenitore di O.S. stimola tutti coloro che hanno a cuore le sorti della città di Saronno, siano essi giovani o meno giovani, a prendere parte attiva in questa campagna elettorale per chiarire le idee ai neofiti come questo “ragazzo“ spiegando che amministrare e governare una città richiede competenza specifica ed esperienza che si acquisiscono con lo studio e la pratica eseguita in anni di lavoro costante e costruttivo. Organizzare eventi destinati ai soli giovani per il loro divertimento è la parte terminale di un’attività che richiede fondi da utilizzare al meglio nel contesto amministrativo. Così come fare la gavetta fa crescere per evitare danni maggiori. Basta esaminare l’operato dei leghisti nostrani che hanno riposto le loro energie per i giovani solo sull’area feste. Un po’ poco per l’attenzione e le promesse fatte.

    • Buonasera Alice. Intende esperienza come quella della giunta Porro dove si è fatto meno che nell’attuale ?
      Il presupposto non mi sembra dei migliori…

      Ovviamente Luca, che è adulto e non un ragazzo, sa benissimo che organizzare eventi richiede impiego di tempo e risorse e che tali risorse rientrano in un progetto cittadino globale.
      Grazie comunque

  6. Bravo Pepp ! Esattissimo , i giovani hanno il dovere diritto di sgomitare e scalzare , devono conquistarsi il loro spazio di autonomia, devono imparare a cucinarsi la minestra con le loro mani e non mangiare minestre preparate da altri; spesso piatti surgelati anni fa e tirate fuori dal freezer in occasione delle campagne elettorali. Il voto dei giovani deve pensionare almeno gli over 50; quelli devono godersi la loro vita.

  7. Davide e Marri fanno solo chiacchiere ma poi i fatti sono a zero, prendano esempio dagli altri giovani di altre liste che a testa bassa stanno lavorando, Guzzetti, Sasso, Mantegazza, Giannoni, Caronni…

    • Ugo, lo sa vero che la sua è denigrazione gratuita?
      Sono certo che i giovani delle liste che appoggiano Gilli stiano lavorando, esattamente come Luca.

      PS: Luca Davide può essere solo orgoglioso del grandissimo lavoro che sta facendo in Obiettivo Saronno e può anche permettersi di lavorare “a testa alta”

    • Caro Ugo, nome di sicuro non di fantasia, lei mi conosce e sa per caso quello che io faccio per Saronno in silenzio senza sbandierarlo sui giornali?
      Non discuto i giovani da lei citati ma io, personalmente, preferisco parlare 1 quando conosco i fatti 2 con nome e cognome senza timore di nascondermi

      • invece mi sembra che a lei Davide sui giornali piaccia finirci eccome. Ugo ha ragione, i giovani di Gilli si danno da fare senza soffermarsi a polemiche sterili di un candidato di FI manovrato dai piani alti

  8. Sarebbe buona cosa che i candidati più che criticare le proposte degli altri impegnassero le loro energie per spiegare le proprie e che lasciassero alla gente di valutare e scegliere. Di professorini con la bacchetta in mano (ventenni o sessantenni che siano) non abbiamo bisogno.

    • Buonasera Lucio. Mi fa piacere che abbia scritto esponendosi, con il proprio nome e cognome . Le proposte Luca le ha portate eccome, già qualche mese fa in un video messaggio. Alcuni contenuti erano simili a quelli portati da Federico Marri, con la differenza che in questi anni il partito di Federico Marri, in cui mi sembra militi anche lei, era alla maggioranza e se avesse voluto portare avanti le sue proposte avrebbe potuto farlo

  9. Bravo Luca, schietto, pacato, tagliente come è giusto che tu sia da “giovane” piuttosto deluso, ma con la voglia di combattere. Esprimere la propria delusione e contrastare azioni fatte in passato come zuccherini per tener buoni gli asini, non vuol dire mancare di rispetto. Vero che il rispetto, al di la’ delle forme di buona educazione, bisogna anche meritarlo!!!

Comments are closed.