MILANO – I centri estivi sono ripartiti dal 15
giugno su tutto il territorio regionale, per rispondere alle
esigenze delle famiglie alla ripresa delle attivita’ lavorative,
con una formula diversa, in linea con le direttive post
Covid-19. Nel dettaglio, a livello regionale, sono stati avviati
3006 progetti e vi hanno partecipato 83.272 ragazzi.

‘Un servizio – ha commentato l’assessore alla Famiglia,
Genitorialita’ e Pari Opportunita’, Silvia Piani – che si e’
rivelato utile e sicuro, grazie alle regole messe in campo per
prevenire eventuali rischi per bambini e operatori. I dati
forniti dalle varie ATS dimostrano che Regione Lombardia e le
molte strutture radicate sul territorio, dagli oratori alle
fattorie didattiche, sino ai centri per l’infanzia, hanno saputo
rispondere con un servizio di qualita’ alle esigenze delle
famiglie’.

‘Sono particolarmente soddisfatta del lavoro che abbiamo svolto.
Abbiamo redatto linee guida chiare e condivise con tutti gli
operatori, che hanno rappresentato un utile riferimento per
l’attivazione dei centri estivi. Il numero dei progetti avviati
– ha concluso l’assessore – e la risposta da parte delle
famiglie ci danno conferma sulla bonta’ del documento elaborato’.

Circa la meta’ dei partecipanti rientra nella fascia tra i 6 e
gli 11 anni, mentre la restante meta’ appare equamente ripartita
tra le due restante fasce 0-5 e 12-17 anni.

ATS BERGAMO – Rispetto alla copertura temporale dei centri
estivi organizzati nell’ambito dell’area territoriale dell’ATS
di Bergamo, i dati disponibili (relativi a 432 progetti)
mostrano come il 50% dei centri estivi prevedano attivita’ gia’
nel mese di giugno, il 94% nel mese di luglio, il 31% circa nel
mese di agosto, mentre solamente il 7% nel mese di settembre. Il
numero totale dei minori partecipanti ai centri estivi ammonta a
18.658, riferiti a 399 progetti per i quali sono pervenuti i
dati. Con riferimento alla suddivisione per fasce di eta’, il 43%
circa dei progetti (su un totale di 437 progetti con dati)
coinvolge minori nella fascia di eta’ da 0 a 5 anni, il 62%
minori nella fascia da 6 a 11 anni e il 43% minori nella fascia
da 12 a 17 anni. Per 18 progetti e’ stata espressa esplicitamente
la partecipazione di minori con disabilita’.

ATS BRESCIA – Nell’area territoriale dell’ATS Brescia, il 64%
circa dei centri estivi (dati disponibili per 490 progetti)
organizza attivita’ nel mese di giugno, il 97% circa nel mese di
luglio, mentre per i mesi di agosto e settembre, il 40% e il 10%
circa rispettivamente. Il totale complessivo di minori coinvolti
-pari a 15.889- fa riferimento a 369 progetti per i quali sono
pervenuti i dati. Rispetto alla suddivisione per fasce di eta’,
il 44% circa dei progetti con dati disponibili (493) prevede
attivita’ per minori di eta’ compresa tra gli 0 e i 5 anni, l’84%
circa per minori tra i 6 e gli 11 anni e il 56% circa per minori
tra i 12 e i 17 anni. Per 214 progetti e’ stata esplicitamente
espressa la partecipazione di minori con disabilita’.

ATS BRIANZA – Per quanto concerne l’area territoriale dell’ATS
Brianza, il 76% circa dei centri estivi hanno previsto attivita’
nel mese di giugno, circa l’85% nel mese di luglio, il 18% nel
mese di agosto e il 13% nel mese di settembre. I minori
partecipanti ai centri estivi sono complessivamente 10.061,
riferiti a 252 progetti avviati per i quali e’ stato possibile
recuperare i dati relativi alla partecipazione. Rispetto alla
partecipazione per fasce di eta’, il 35% circa dei progetti per
cui sono stati ricevuti i dati (275) si rivolge a minori
compresi nella fascia dagli 0 ai 5 anni, il 73% a minori nella
fascia dai 6 agli 11 anni, mentre il 53% a minori nella fascia
dai 12 ai 17 anni. Per 6 centri estivi e’ espressamente prevista
la partecipazione di minori con disabilita’.

Ats Insubria – Nell’area territoriale dell’ATS Insubria, i dati
disponibili (relativi a 300 progetti) mostrano il funzionamento
di circa il 94% dei centri estivi nel mese di giugno, il 97%
circa nel mese di luglio, mentre nei mesi di agosto e settembre,
rispettivamente il 35% e il 18%. Con riferimento alla
partecipazione, i dati disponibili fanno riferimento solamente a
111 progetti rivolti ad un totale complessivo di 4.295 minori.

Milano – Per quanto riguarda l’area territoriale Milano Citta’, i
dati disponibili fanno riferimento a 181 progetti: di questi, il
95% prevede attivita’ nel mese di giugno e nel mese di luglio,
mentre solamente il 2% dei centri estivi risulta in
funzionamento nel mese di agosto e il 5% nel mese di settembre.
I 106 progetti per i quali sono pervenute indicazioni circa la
partecipazione, si rivolgono a 2.555 minori. Se si guarda alla
suddivisione per fasce di eta’, dei 177 progetti con informazioni
disponibili, l’86% si rivolge a bambini di eta’ compresa tra gli
0 e i 5 anni, mentre solamente il 23% e l’8% circa coinvolge
minori di eta’ compresa rispettivamente tra i 6 e gli 11 anni e
tra i 12 e i 17 anni.

Guardando alla copertura temporale nell’area territoriale di
Milano Est (disponibile per 247 progetti sui 261 attivati),
l’85% dei centri estivi prevede attivita’ nel mese di giugno,
l’89% nel mese di luglio, mentre per i mesi di agosto e
settembre, rispettivamente il 34% e il 12% circa. Il dato
relativo alla partecipazione complessiva (8.117 minori) fa
riferimento a 187 progetti. Rispetto alle fasce di eta’ a cui si
rivolgono le attivita’ implementate, il 53% (dei 73 progetti con
dati) si rivolge a minori tra gli 0 e i 5 anni, il 30% circa a
minori tra i 6 e gli 11 anni e il 19% a minori tra i 12 e i 17
anni. La partecipazione di minori con disabilita’ e’ prevista
esplicitamente per 43 centri estivi.

Rispetto all’area territoriale di Milano Ovest, i dati relativi
alla copertura temporale fanno riferimento a 331 progetti: il
92% dei centri estivi prevedono attivita’ nel mese di giugno, il
94% nel mese di luglio, il 31% nel mese di agosto e il 12% nel
mese di settembre. Il totale complessivo di 5.956 minori
partecipanti fa riferimento a 110 progetti per i quali sono
pervenuti i dati. Le informazioni relative alla suddivisione per
fasce di eta’ riguardano 191 progetti: di questi, il 52% circa
prevede attivita’ rivolte a minori nella fascia di eta’ tra gli 0
e i 5 anni, il 60% circa a minori nella fascia tra i 6 e gli 11
anni e il 44% a minori della fascia tra i 12 e i 17 anni. Per 26
centri estivi e’ stata segnalata esplicitamente la partecipazione
di minori con disabilita’.

Ats Montagna – Per quanto riguarda, l’Ats Montagna, i dati
relativi alla copertura temporale dei servizi implementati fanno
riferimento a 101 progetti. Di questi, il 51% circa prevedono
attivita’ nel mese di giugno, il 95% nel mese di luglio, il 47%
circa nel mese di agosto ed il 12% nel mese di settembre.
Complessivamente, partecipano ai centri estivi 3.053 minori con
riferimento a 94 progetti per i quali sono pervenuti i dati.
Guardando alla copertura del servizio per fasce di eta’, il 32%
circa (dei 75 progetti con informazioni disponibili) si rivolge
a minori di eta’ compresa tra gli 0 e i 5 anni, il 67% a minori
tra i 6 e gli 11 anni e il 49% a minori tra i 12 e i 17 anni.
Nessuno dei progetti attivati prevede la partecipazione di
minori con disabilita’.

Ats Pavia – Per quanto riguarda l’Ats di Pavia, i dati pervenuti
circa l’estensione temporale si riferiscono a 80 progetti: di
questi, l’83% circa prevede il funzionamento nel mese di giugno,
il 70% nel mese di luglio, il 34% nel mese di agosto, mentre
solamente il 15% nel mese di settembre. Il numero totale di
partecipanti (pari a 2.014 minori) riguarda 74 progetti per i
quali sono pervenuti i dati. Dei 71 progetti con informazioni
disponibili rispetto alla copertura per fasce di eta’, il 54%
circa si rivolge a minori di eta’ compresa tra gli 0 e i 5 anni,
il 65% a minori tra i 6 e gli 11 anni e il 45% a minori tra i 12
e i 17 anni. 6 centri estivi prevedono espressamente la
partecipazione di minori con disabilita’.

Ats Valpadana – Per quanto riguarda l’Ats Valpadana, il 74%
circa dei centri estivi per cui sono stati ricevuti i dati
(346), prevede l’implementazione di attivita’ nel mese di giugno,
il 97% nel mese di luglio, mentre solamente il 5% e l’8% nei
mesi di agosto e settembre. Complessivamente, i centri estivi
vedono la partecipazione di 12.274 minori. Rispetto alla
suddivisione per fasce di eta’, il 50% circa coinvolge minori di
eta’ compresa tra gli 0 e i 5 anni, il 79% minori nella fascia
tra i 6 e gli 11 anni e il 32% minori nella fascia tra i 12 e i
17 anni. Per 197 progetti e’ stata dichiarata la partecipazione
di minori con disabilita’.

07082020