ORIGGIO/UBOLDO – E’ accaduto qualche giorno fa ad Origgio e ad Uboldo, ma in entrambi i casi i due malcapitati non hanno abboccato.

Ad Origgio, la donna al volante di una Fiat 500, dopo aver svoltato in via Repubblica da via Borromeo, era intenta a parcheggiare quando dietro ha accostato una seconda auto, da cui è sceso il conducente asserendo di essere stato “toccato” con lo specchietto della Fiat 500 e di pretendere un pagamento in contanti per sistemare la questione. La donna è stata subito insospettita e ha dichiarato di voler chiamare i vigili, mettendo così in fuga il truffatore.

Stessa scena ad Uboldo in via Dell’Acqua, dove un altro anziano è stato agganciato e invitato a sistemare privatamente il presunto danno: anche in questo caso, la minaccia dell’intervento delle forze dell’ordine ha convinto il malvivente ad abbandonare il campo.

07082020